Consulenti, 5 segnali per sapere se è il cliente giusto per te

A
A
A
di Matteo Chiamenti 24 Luglio 2018 | 10:41

Si parla spesso di come essere il consulente perfetto di fronte al cliente. Ma questa volta vogliamo ribaltare le prospettive e, sfruttando la leggerezza del periodo estivo, provare a giocare pensando al cliente perfetto per il consulente. Per farlo abbiamo chiaccherato con diversi professionisti del settore e questi sono gli elementi cruciali per essere una controparte da sogno. E voi, che ne pensate? Scrivetecelo nei commenti

Sa ascoltare

Enjoy the silence, cantavano i Depeche Mode. Quanto è bello (e raro) un cliente capace di fare parlare il consulente senza interromperlo ogni secondo? Ok al confronto, è fondamentale, ma non deve essere un dialogo tra sordi.

Non ti assilla

Ti ha affidato i suoi risparmi e…si fida! Niente mail e chiamate continue a ogni variazione millesimale del nav…Il buon cliente valuta i risultati con il giusto timing in funzione delle proprie esigenze

E’ coerente

Ti ha detto che vuole rischiare poco ma poi non si lamenta se gli fai guadagnare meno del 7% in 3 mesi. Un cliente coerente aiuta a lavorare meglio e permette alle soluzioni patrimoniali proproste di esprimere il massimo del loro potenziale

Fa il passaparola
Inutile negarlo. Se si trova bene con te è un piacere sapere che parla bene del suo consulente a familiari e amici. Il buon lavoro è contagioso, si spera.


Ti tratta con rispetto
Tu e lui siete avete lo stesso obiettivo, siete compagni sulla stessa barca. Educazione e spirito di collaborazzione fanno il resto.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, ci sono sempre più risparmi da salvare

Consulenti, come e perché parlare di previdenza ai clienti

Consulente e cliente: le basi per un rapporto duraturo

NEWSLETTER
Iscriviti
X