Doris: il bancario-travet è morto

A
A
A
di Andrea Giacobino 30 Luglio 2018 | 08:44
I bancari che resteranno dovranno diventare psicologi del risparmio: nei prossimi 15 anni 100.000 posti in meno

L’epoca dei bancari semplici passacarte è finita. Lo ha detto Ennio Doris (nella foto), fondatore e presidente di Banca Mediolanum, in un’intervista di pochi giorni fa al “Corriere della Sera”. “Nei prossimi anni – sostiene Doris –le banche saranno senza travet. Quando uso il cellulare per un bonifico l’impiegato di banca lo faccio io: i lavori ripetitivi verranno automatizzati grazie alle fintech, quindi ci saranno meno bancari. Elimino dieci travet, di bancari ne resteranno due”.

Per Doris quelli che rimarranno “saranno bancari specializzati, che conoscono i cliente. Saranno dei medici, degli psicologi del risparmio. Stimo 100 mila posti in meno in Italia in 15 anni”. Per Doris “tocca ai manager guidare il cambiamento” e uno che capito questa lezione “è Carlo Messina, ceo di Intesa Sanpaolo. “Il cambiamento è irreversibile. – conclude Doris – Le filiali devono chiudere e quelle che restano dovranno cambiare” e i bancari “dovranno essere anche psicologi”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti