Proseguono le “pulizie” in casa Mps

A
A
A
di Matteo Chiamenti 31 Luglio 2018 | 09:39
La banca prosegue l’attività di cessione dei crediti unlikely to pay

Va avanti con decisione, come riportato stamane da Luca Gualtieri su MF, l’iter di smaltimento dei crediti unlikely to pay (ex incagli) da parte di Mps. La banca guidata da Marco Morelli (foto) potrebbe mettere sul mercato un pacchetto dal valore nominale compreso tra 300 e 400 milioni, inclusivo di una dozzina di posizioni.

Dopo un iniziale processo di pulizia che ha previsto la cessione dei crediti ad uno ad uno, la banca ha deciso di intensificare questa attività. Parallelamente procede anche il progetto di riduzione dei crediti deteriorati in leading. Quest’ultimo potrebbe avvenire secondo due modalità: o la cessione della controllata Mps Leasing & Factoring oppure la dismissione di un pacchetto di crediti deteriorati in leasing e utp per un controvalore nominale superiore a 2 miliardi di euro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mps, due soluzioni per renderla appetibile

Banche, Mps: Fitch modifica l’outlook

Mps, 4mila esuberi per restare in piedi

NEWSLETTER
Iscriviti
X