Banca Mediolanum, raccolta quasi dimezzata

A
A
A

La raccolta netta totale di gruppo è ancora positiva, ma praticamente risulta quasi dimezzata rispetto al dato di giugno

di Redazione7 agosto 2018 | 11:27

Ci eravamo lasciati lo scorso giugno col segno più per Banca Mediolanum, che nel mese aveva registrato una raccolta netta totale di gruppo pari a 472 milioni di euro. In particolare, la raccolta netta in fondi e gestioni era stata pari a 437 milioni di euro. Spostandoci sugli ultimi risultati comunicati, quelli di luglio, troviamo che raccolta netta totale di gruppo è ancora positiva e ammonta a 290 milioni di euro, ma praticamente risulta quasi dimezzata rispetto al dato di giugno. A diminuire, anche se con minore decisione, è anche la raccolta netta in fondi e gestioni, pari a 349 milioni di euro.

Da inizio anno gli apporti totali sono di 2,404 miliardi di euro (1,983 nel gestito, e 422 milioni nell’amministrato), contro i 2,911 miliardi del periodo corrispondente nel 2017.

Rimane comunque palese la capacità della società di ottenere costantemente afflussi, come confermano le parole dell’ad Massimo Doris (nella foto) “Anche il mese di luglio conferma il trend positivo di questi mesi, con 290 milioni di euro di raccolta totale e in particolare 349 milioni in fondi e gestioni. E’ un dato che esprime una grandissima qualità dei flussi soprattutto in un contesto di mercato che vede, a livello non solo nazionale ma anche europeo, un significativo calo generalizzato della nuova produzione di gestito rispetto al 2017. Banca Mediolanum, invece, è riuscita ancora una volta a distinguersi all’interno del panorama delle banche e reti nella raccolta in fondi e gestioni. Considerate le mutate condizioni sui mercati finanziari rispetto allo scorso anno, non posso che essere molto soddisfatto della raccolta relativa alla prima parte di questo 2018”


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Unicredit, svolta di Mustier: resterà da sola per 3/4 anni

Pressioni commerciali, il vero pericolo è nelle reti

Private banking, Julius Bär vende Kairos

Intesa Sanpaolo sceglie la blockchain

Sono pronti i nuovi super manager di Banca Mediolanum

Un Remix a firma Fineco

Si rafforza il commerciale di Raiffeisen CM

Ubi Banca, Massiah apre al matrimonio

Hanno ucciso il Private Banking…

JPMorgan lancia la sfida alle banche

Banche, incubo mega bolla sui derivati

Mediobanca, tutto fatto per il nuovo patto

Il tesoro dei Doris vale oltre un miliardo

Banche, obbligazioni subordinate tra rischio e occasione

Banca Generali: rotta verso gli 80 miliardi

Intesa Sanpaolo, il futuro è digital

Bluerating Awards: il videomessaggio di Foti ai consulenti

Fideuram ISPB, Longo guiderà l’hub svizzero

Private Banking Awards, ecco i premiati

Private banking, la grande onda è in arrivo

Credit Suisse, altri 30 milioni in Italia

Manovra, le banche rimbalzano in borsa

Mediolanum, Doris passa il testimone ai figli

MCU, un nuovo viaggio attraverso la luce

Grossi per l’innovazione digitale di Credem

Esuberi e pressioni commerciali in banca, i sindacati in allarme

Spread, Abi lancia l’allarme

Nozze di perla nel private banking di Fideuram

Widiba, la tutela patrimoniale è on the road

Il “terzo incomodo” concorre alla radiazione di un ex Mediolanum

Fideuram, l’utile è in calo

Etf: le banche europee esposte per 140 miliardi

Frode fiscale: indagati 18 manager di Privat Kredit Bank

Ti può anche interessare

La giornata dell’advisor del futuro

L’intelligenza artificiale si appresta
 a cambiare per sempre l’attività del cf, che potrà c ...

Arriva la delibera Consob, Vigilanza all’Ocf dal 2 luglio

Nel protocollo firmato dalle due authority ok anche all’attività istruttoria per le iscrizioni al ...

Widiba, bis di ingressi a Torino

Insieme a due professionisti junior, sono 4 i consulenti che sono andati a rafforzare la squadra di ...