Credit Agrigole, un portafoglio Npl destinazione Phoenix

A
A
A

A Phoenix Asset Management la gestione di un portafoglio di npl prevalentemente ipotecari acquisito dal gruppo bancario Crédit Agricole italia

di Redazione9 agosto 2018 | 11:01

Phoenix Asset Management (PAM) – società indipendente di asset management e operatore specializzato nella gestione dei portafogli non performing loan (NPL) e unlikely to pay (UTP) – annuncia che si occuperà in qualità di special servicer della gestione di un nuovo portafoglio di NPL prevalentemente garantiti da immobili ceduto da Crédit Agricole Cariparma SpA, Crédit Agricole Friuladria SpA e Crédit Agricole Carispezia SpA acquisito da Valerie SPV per conto di un investitore istituzionale. Il portafoglio ha un valore nominale complessivo di circa €700 milioni e comprende oltre 3.000 posizioni.

La formalizzazione dell’acquisizione è avvenuta in data 6 agosto, a seguito di una dettagliata attività di pricing e due diligence realizzata da PAM. Ulteriori dettagli finanziari dell’operazione non sono stati resi noti.

Il portafoglio – originariamente selezionato per richiedere la garanzia pubblica per la cartolarizzazione delle sofferenze, la cosiddetta GACS – comprende oltre 3.100 posizioni, di cui 87% garantite (in termini di saldo residuo) e collateralizzate da immobili prevalentemente nelle regioni centro-settentrionali.

Con l’attività di special servicing, attualmente PAM gestisce un’esposizione lorda complessiva in eccesso di 9,0 miliardi di Euro suddivisa tra 11 portafogli di crediti NPL / UTP. Inoltre, per conto di investitori internazionali, nel corso degli ultimi due anni la Società si è occupata di processi di due diligence volti all’acquisizione di portafogli crediti NPL per un controvalore di oltre 25 miliardi di Euro.

Steve Lennon – Fondatore e CIO di Phoenix Asset Management- ha così’ commentato. “Siamo doppiamente soddisfatti del risultato di questa transazione in quanto, ci consente sia di continuare la nostra importante crescita in termini di asset in gestione sia di affermare la validità delle nostre dettagliate analisi e del lavoro di valutazione svolto con il nostro cliente, che ci ha permesso di fornire al venditore una soluzione efficace e personalizzata per la cessione pro-soluto del portafoglio in alternativa alla GACS”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Fideuram, 50 anni e non sentirli

Il Giubileo straordinario di Fideuram visto dal veterano

Manovra, la pressione fiscale non scende

Salasso da 4 mld su banche e polizze

Manovra, stangata su banche e assicurazioni

Banche, si avvicina il novembre nero

Intrigo di ordini di bonifici, sospesa consulente

Banca Generali e Candy Crush per le ricette di innovazione

Fideuram: 50 anni da numero 1

Ecco come lo spread strozza le banche (e i risparmi)

Generali lungo il canale

Banche italiane a caccia di soldi

Governo a muso duro con le banche

Ubi Banca cambia volto

Il “buy” del consulente – 01/10/18, da Alkemy a Cnh Industrial

Doris: la consulenza va pagata

Le banche possono affondare il populismo

C’è Tavano per il banking italiano di Hsbc

Banche, il wealth management le fa ricche

Fineco, sempre calda la raccolta estiva

Banche italiane, Fitch storce il naso

Fineco alla prova dei risparmiatori

Unicredit e Adiconsum sulla strada dell’educazione finanziaria

Poste si unisce al ponte della solidarietà

Le banche popolari fanno ricche le imprese

Presunte strane proposte commerciali, ex Fideuram viene sospeso

Deutsche Bank, tira aria di fusione

La robo advisory che punta alle news

Banche, prestiti col vento in poppa

Citi concilia con la Sec

Unicredit e la fame immobiliare

Generali cambia vestito al gestito

Etruria, Consob annullata

Ti può anche interessare

Banca Generali batte le stime e sale a 58 miliardi di masse

Incremento dell’11% su base annuale. La raccolta di 3,15 miliardi in 6 mesi guida lo sviluppo dell ...

La Consob promuove Minenna e altri tre manager

L’ex assessore del Comune di Roma diventa direttore da condirettore ...

Popolare Vicenza, sanzione ridotta per Bedoni

La corte d'Appello di Venezia ha accolto il ricorso presentato dallo stesso Bedoni contro la delibe ...