Azimut, tre motivi per cui fa gola a Mediobanca

A
A
A

A Piazzetta Cuccia converrebbe fare shopping, vediamo perché

Avatar di Redazione13 agosto 2018 | 10:34

Dopo il già discusso possibile intreccio tra le aspirazioni di M&A di Mediobanca e Azimut, Elenea del Maso riprende in mano il discorso su Milano Finanza dello scorso 11 agosto per definire quelle che di fatto potrebbero essere le tre ragioni reali dell’interesse di Piazzetta Cuccia verso la società guidata dal presidente Pietro Giuliani (nella foto), nel caso si optasse per un’opass (offerta di acquisto e scambio azioni). Vediamole nel dettaglio.

La barriera

Usare i proventi della cessione del 3% di Generali per l’opas impedendo a fondi hedge o attivisti, quali Elliot e Marshall Wace per esempio, di tentare una scalata a Mediobanca sullo stile di Telecom Italia nel tentativo di impossessarsi dell’intero pacchetto Generali.

Zoccolo duro

Un’opas permetterebbe di rifondare uno zoccolo duro di soci nel momento in cui il patto di sindacato di Mediobanca sta per sciogliersi. A settembre infatti Unicredit (che detiene una quota dell’8,4%) potrebbe uscire dall’accordo che oggi vincola il 28,5% del capitale, con i soci che dovrebbero ricostruire un nuovo vincolo al 20%, questa volta meno solido.

Sviluppo industriale

Tante realtà europee si stanno muovendo verso un consolidamento obbligato, spinti dalla difficoltà di produrre margini con tassi vicini allo zero e normativa bancaria complessa e costosa (si pensi ai vincoli imposti da Mifid 2 sul fronte trasparenza). Morale della favola: bisogna aumentare le masse.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Azimut, Giuliani punta oltre i 300 milioni

Azimut fa la manita nel reclutamento

Borsa, anche Azimut tra i soci della matricola Nexi

Bocci, il big manager di Azimut aspirante sindaco a Firenze

Azimut: sboccia la raccolta a primavera

Azimut va in orbita con Umbragroup

Azimut, la buonuscita milionaria di Albarelli

Azimut, pronto il nuovo cda

Reti Champions League: Mossa e Rebecchi dominano le prime due giornate

Reti, cedole da applausi

Banche-reti, meglio le italiane delle straniere

Azimut: è BlackRock il primo azionista

Azimut, la nuova vita di Escalona

Fondi e commissioni di incentivo, la pacchia è finita

Azimut, ecco il nuovo dream team

Consulenza e pricing, tariffe tutte da rifare

Azimut alla conquista dei paperoni cinesi

Oggi su BLUERATING NEWS: il 2018 di Azimut, la raccolta di Mediolanum

Azimut: super rendimento e raccolta positiva a febbraio

Reclutamenti, Azimut in testa a gennaio

Azimut, Equita lima il target price

Azimut, una “botta” da 200 milioni

Azimut, reclutamento da record

Azimut: a luglio un nuovo modello di consulenza

Azimut, raccolta record tra le quotate

Azimut non ha paura dei ribassi

I segreti della super banker di Azimut

Azimut, il reclutamento non dorme mai

Azimut al top di Piazza Affari. DB promuove le reti

Azimut regina delle cedole

Azimut: operazione convenienza sulla performance fee

Azimut: il 5% (quasi) è di BlackRock

Azimut-Amissima, accordo nel ramo vita

Ti può anche interessare

Cubelli (Fideuram): “Garantire offerta personalizzata”

Il manager ha parlato a margine della tavola rotonda “Win – Win: la sfida per la consulenza fina ...

Mediobanca-Azimut, botta e risposta tra le righe

A margine delle presentazioni dei dati semestrali, Nagel e Giuliani si “scontrano” senza citarsi ...

Mifid 2, attenti al quinto effetto

Nel 2019 i clienti toccheranno con mano i costi reali dell’advice. Con possibili brutte sorprese ...