Consulenza, la formazione al servizio dell’industria

A
A
A

Assoreti Formazione punta su una didattica calibrata sull’operatività dei cf

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti28 agosto 2018 | 08:50

Bluerating intervista Marco Tofanelli (nella foto), amministratore delegato di Assoreti Formazione.

Come si sta evolvendo, a vostro avviso, la domanda di formazione dedicata ai consulenti finanziari? Come potrà incidere in tal senso la Mifid 2?
Con la Mifid 2 e la declinazione dei requisiti di competenza e conoscenza del personale degli intermediari è divenuto ancor più centrale il tema della qualità della formazione professionale e deontologica dei consulenti finanziari, al fine di assicurare la prestazione di un servizio efficiente e innalzare il livello di tutela dei clienti investitori. Gli obblighi normativamente imposti agli intermediari si traducono nell’innalzamento della domanda di percorsi formativi opportunamente dedicati ai consulenti finanziari. Peraltro Assoreti è da sempre impegnata nella promozione e valorizzazione delle conoscenze e competenze del consulente finanziario; già nel 2006 ha infatti costituito Assoreti Formazione con la finalità di supportare l’industria nella formazione di qualità e nell’aggiornamento professionale delle reti.

Come si caratterizza la vostra offerta formativa e cosa secondo voi la rende particolarmente appetibile per un professionista della finanza?
L’offerta formativa di Assoreti Formazione si articola sui principali temi di interesse del mercato, coprendo tutti gli aspetti relativi al servizio di consulenza agli investimenti (assicurativi – finanziari – patrimoniali – di educazione finanziaria e di finanza comportamentale). La qualità della formazione proposta è garantita sia dalla scelta dei docenti, per competenze specialistiche nelle diverse macro-aree individuate, selezionati tra i migliori professionisti esperti del settore, anche di estrazione universitaria, sia dalla collaborazione con partner di prestigio specializzati nell’e-learning. Le soluzioni didattiche offerte sono studiate sull’operatività del cf e viene data agli utenti la possibilità di svolgere i percorsi formativi direttamente dalla piattaforma e-learning di Assoreti Formazione, in linea con i requisiti richiesti dalle autorità e gli standard della certificazione Uni En Iso 9001:2015 di cui Assoreti Formazione è in possesso.

Quali sono secondo voi le caratteristiche essenziali, sia a livello di competenze tecniche che di propensioni caratteriali, che un consulente finanziario moderno dovrebbe avere? Nei prossimi anni cambierà qualcosa?
La Mifid 2 rappresenta per i cf abilitati un’occasione di guardare al futuro, uscendo dal perimetro delle attività finanziarie e ampliando l’ambito di riferimento all’intero patrimonio del cliente e del suo nucleo familiare. La relazione che si instaura tra consulente e investitore rappresenta anche un’occasione di educazione di quest’ultimo. L’advisor non può e non deve sostituirsi al cliente; deve aiutarlo a individuare le operazioni più consone, fargli comprendere i rischi e le opportunità in relazione alla sua propensione al rischio, alla sua tolleranza alle perdite anche nell’era del fintech, per evitare che cada nella trappola dell’overconfidence.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Convegno annuale Assoreti, la cronaca completa di Bluerating

Verso la consulenza “sociale”, parla Molesini (Assoreti)

Assoreti, raccolta positiva ma in frenata

Raccolta, fuga d’estate per Fideuram Ispb

Assoreti, a luglio raccolta e gestito sorridono ancora

Reti, patrimonio record: Ispb regina, Mediolanum padrona del gestito

Raccolta, il gruppo Fideuram Ispb è cannibale

Assoreti, raccolta da sballo a giugno

Raccolta: maggio sprint per ISPB. Mossa re del gestito

Assoreti: a maggio tanta liquidità e poco gestito

Anasf-Assoreti, accordi e disaccordi

Raccolta, Mossa siede sul trono di aprile

Assoreti: ad aprile la raccolta ringrazia gli assicurativi

Reti, patrimonio in crescita 

Reti: a marzo Fineco batte Fideuram al fotofinish

Contributi Consob, ora i consulenti vogliono un taglio

Reti, più clienti e un po’ di consulenti in meno

Reti, a Foti il trono della raccolta di febbraio

Consulenti, rinvio in vista per i rendiconti Mifid 2

Assoreti: il 2018 è la vera prova di forza dei cf

Assoreti, a novembre riparte la raccolta

Assoreti, l’amministrato spinge la raccolta a ottobre

Assoreti, cresce il patrimonio a settembre

Allarme reti, gestito in rosso dopo due anni e mezzo

Reti, il gestito torna a sorridere

Tra Anasf e Assoreti serve più dialogo

Catania (McKinsey): “Valorizzare il ruolo del consulente”

Assoreti: parte la grande sfida della Mifid 2

Assoreti, il debutto di Molesini

J’accuse Anasf, Santorsola: “Non è un sindacato”

Consulenza, le sfide del futuro al convegno Assoreti

Fideuram ISPB vince la tappa, Mediolanum prima in gestito

Reti, amministrato meglio del gestito a luglio

Ti può anche interessare

Banca Imi emette due nuove “Obbligazioni Collezione”

Bond, da Banca Imi due nuove “Obbligazioni Collezione” Si allarga la famiglia delle Obbligazioni ...

Deutsche Bank FA, trittico d’autore

"Puntiamo a un’apertura dei servizi, dei prodotti e della consulenza". Silvio Ruggiu, responsabile ...

Draghi sta per chiudere l’ombrello del Qe

Attesa per la riunione dei vertici della Banca Centrale Europea, in programma per domani 25 ottobre ...