Alcune irregolarità, la sanzione è la sospensione per un cf Mediolanum

A
A
A
di Matteo Chiamenti 4 Settembre 2018 | 09:13
Sospensione sanzionatoria, per un periodo di quattro mesi, del sig. Riccardo Brovazzo dall’albo unico dei consulenti finanziari

Siamo da sempre abituati a riportarvi episodi di radiazione o di sospensione cautelare, questa volta però Consob segnala un caso più “soft”. A esserne il protagonita è Riccardo Brovazzo, consulente operativo per Banca Mediolanum. La stessa società ha segnalato di aver riscontrato irregolarità a carico del sig. Brovazzo nell’esercizio dell’attività di consulente finanziario.

In particolare la Divisione Intermediari, Ufficio Vigilanza Intermediari-Rete Consulenti Finanziari, in esito alle valutazioni effettuate sulla base delle risultanze acquisite nel corso dell’attività di vigilanza, ha contestato al sig. Riccardo Brovazzo, ai sensi dell’art. 196, comma 2, del d.lgs. n. 58/98, la violazione delle seguenti disposizioni del regolamento adottato con delibera Consob n. 16190 del 29 ottobre 2007:
1) art. 107, comma 1, per aver:
-fornito informazioni non veritiere all’intermediario mandante;
-artefatto un estratto di un conto intestato allo stesso consulente;
2) art. 108, comma 6, per aver:
-ricevuto un finanziamento da una cliente;

Il sig. Riccardo Brovazzo, nato a Venezia il 2 maggio 1968, è stato sospeso, per un periodo di quattro mesi, dall’Albo Unico dei consulenti finanziari.

Ecco il testo completo della delibera 20483.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti