Credito popolare: un modello rafforzato dai 10 anni di crisi economica

A
A
A

Gli impieghi erogati dal credito popolare in Italia, negli ultimi dieci anni, quelli della peggiore crisi finanziaria, sono cresciuti di oltre 30 miliardi di euro.

Chiara Merico di Chiara Merico27 settembre 2018 | 14:34

Gli stock degli impieghi erogati dal credito popolare in Italia, negli ultimi dieci anni, quelli della peggiore crisi finanziaria, sono cresciuti di oltre 30 miliardi di euro. Il flusso di nuovi finanziamenti alle sole piccole e medie imprese dal 2008 ad oggi ha superato la cifra complessiva di 320 miliardi di euro. Il tutto mentre i vincoli di patrimonializzazione, richiesti dalla Bce, sono sempre più stringenti e hanno significato, per il credito popolare, un aumento del CET1 dal 7% del 2008 ad oltre il 13% già dal 2015. Secondo il segretario generale dell’Associazione nazionale fra le banche popolari, Giuseppe De Lucia Lumeno, “la riscoperta e la valorizzazione del tradizionale retail bancario, che vede al centro dell’attività creditizia l’interesse di famiglie, consumatori, imprese e territori, non è un caso ma una necessità per la ripresa dell’economia reale e, quindi, per l’uscita dalla crisi. Come non è un caso che la Deutsche Bank – uno tra i principali gruppi bancari del mondo – stia ripensando a fondo la propria natura e il proprio business. Quello che fino a ieri era un gigante finanziario interessato al mercato globale, alla finanza e ai derivati, diventa una banca che – come titolava qualche giorno fa il Financial Times – combatte per il cuore del territorio della Germania.  Converte, cioè, il proprio interesse all’economia del proprio Paese, assimilando il proprio modello d’affari a quello delle Sparkasse e delle Volksbanken. I dieci anni di crisi – conclude De Lucia Lumeno – hanno dimostrato, più di ogni altra considerazione teorica, la validità e la necessità di un sistema creditizio che tenga conto di una pluralità di forme proprietarie e fra queste della cooperazione bancaria della quale il credito popolare è parte integrante. In Germania se ne sono accorti”.

 

 

 

 


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banche popolari: prosegue il sostegno al Terzo settore

Giugno con il sole per le banche popolari

Banche popolari, crescono i finanziamenti a imprese e famiglie

Sforza Fogliani (Assopopolari): “Bene Bankitalia su accordi di territorio”

Assopopolari parla di Mezzogiorno

Trimestre in crescita per le banche popolari

Mifid 2, i costi (salati) della direttiva

Assopopolari, un 2017 con il segno più

Assopopolari plaude alla riconferma di Patuelli all’Abi

Banche popolari, a fine 2017 ripresa diffusa degli impieghi nelle regioni italiane

Banche popolari: anche nel 2017 crescono gli impieghi

Banche del territorio, un trio per tutelare i valori e gli interessi

Le banche popolari battezzano la Luigi Luzzatti spa

Assopopolari, il 30 novembre appuntamento a Roma

Assopopolari, ad agosto corrono impieghi e depositi

Assopopolari si scaglia contro le norme europee sui crediti deteriorati

Banche popolari, crescono a luglio impieghi e depositi

Banche popolari, crescono impieghi e conti correnti

Assopopolari, Sforza Fogliani riconfermato alla presidenza

Sforza Fogliani (Assopopolari): “La Bicamerale sulle banche si occupi anche della riforma delle Popolari”

Banche Popolari, inizio d’anno col segno più

Assopopolari: sostegno in crescita per il Terzo settore

Assopopolari: “ Trattato di Maastricht, un obiettivo mancato, un’idea da ripensare”

Assopopolari, nel 2016 consolidata la prossimità ai territori

Assopopolari: microcredito, la via maestra per la ripresa

Banche Popolari, donati 95 milioni di euro ai territori

Banche Popolari, crescono i soci e i clienti

Assopopolari plaude alla decisione del Consiglio di Stato

Assopopolari promuove le Lezioni di diritto costituzionale

Assopopolari, le nuove frontiere della cooperazione bancaria

Accordo brasiliano per Assopopolari

Assopopolari, appuntamento in Canada

Assopopolari incontra la delegazione brasiliana di Sicredi

Ti può anche interessare

Fideuram ISPB in cima, Azimut in fondo

Maggio in chiaroscuro per il comparto Assoreti. Se il gruppo guidato dall’a.d. Molesini, Banca Gen ...

CheBanca!, crescono rete e masse

La rete guidata da Duccio Marconi tocca quota 244 consulenti; rimane confermato l'obiettivo di salir ...

Consulenti, tris di ingaggi per Gamma Capital Markets

La società ha arruolato tre advisor di lunga esperienza. Ecco chi sono ...