Doris: la consulenza va pagata

A
A
A
di Andrea Giacobino 1 Ottobre 2018 | 08:38
Per il ceo di Banca Mediolanum “l’advisory ha un valore da riconoscere”. I Pir? “Non sono troppo cari”. E non si possono paragonare i costi di fondi e etf.

“La consulenza finanziaria ha un valore e questo va riconosciuto”: lo ha detto ieri Massimo Doris (nella foto), amministratore delegato di Banca Mediolanum, in un’intervista a “Il Sole 24 Ore”. Secondo Doris “i Pir sono un successo e hanno dato un grosso contributo all’economia italiana. Basta accusarli di essere troppo cari!”.

I Pir non “gonfiano le quotazioni in borsa”, semmai “hanno riportato le quotazioni delle Pmi di Piazza Affari, snobbate in borsa per troppi anni, su livelli corretti” e hanno anche favorito la quotazione di nuove aziende e l’emissione di bond da parte delle Pmi. Secondo Doris “non è vero” che i Pir hanno commissioni troppo elevate.

Più in generale a proposito del risparmio gestito il ceo di Banca Mediolanum ha affermato: “la consulenza costa ed è inclusa nelle commissioni dei fondi. Sugli etf la consulenza no c’è, quindi sono due prodotti che non si possono paragonare”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti