Mediolanum, brusca discesa della raccolta

A
A
A

Il dato netto rimane positivo, così come gli apporti nel gestito; tuttavia entrambi i dati sono in calo rispetto ai dati di agosto

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti5 ottobre 2018 | 12:16

Ci eravamo lasciati lo scorso mese con afflussi per 206 milioni di euro e la raccolta netta in fondi e gestioni che contava 217 milioni di euro. Stando alla valutazione di questi numeri, quelli relativi a settembre, appena comunicati dalla società, appaiono piuttosto in discesa, pur rimanendo tranquillamente in acque positive. Ma entriamo nel dettaglio dell’analisi.

La raccolta netta totale di gruppo ammonta a 96 milioni di euro. In particolare, gli afflussi in risparmio gestito sono pari a 124 milioni di euro.

Massimo Doris (nella foto), Amministratore Delegato di Banca Mediolanum ha dichiarato: “Nel mese di settembre la raccolta netta è stata ancora una volta caratterizzata da un’elevata qualità considerati i flussi nel gestito. Ai 124 milioni registrati, infatti, vanno aggiunti ulteriori 130 milioni circa di Certificates già sottoscritti dai nostri clienti, la cui contabilizzazione avverrà formalmente nel mese di ottobre. Sono convinto che l’ultimo trimestre vedrà, come di consueto, una sensibile accelerazione della raccolta”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Copernico Sim, la rivoluzione della consulenza evoluta

Quando la consulenza è una questione morale

Fineco, il titolo inciampa dopo il dietrofront di BlackRock

Consulenti, IWBank PI è pronta ad accelerare

Reti e consulenza, i pionieri della fee only

Dal prodotto al servizio: la consulenza finanziaria income based

Consulenza indipendente: botta e risposta con il neo Vice Presidente di AssoSCF

Consulenza finanziaria e costi: a ITForum una tavola rotonda per parlarne

Consulenti, i CF webinars sbarcano al Salone del Risparmio

ITForum Rimini 2019: Programma formativo sempre più ricco

Reti, raccolta ancora in marcia. Riparte il gestito

Salone del Risparmio, Legg Mason GAM: “Azioni: è giunto il tempo delle strategie unconstrained”

Reti e controversie, ecco quelle più coinvolte

Cosa Banksy può insegnare a un consulente finanziario

Scm Sim, la perdita triplica

Reti: come emozioni e scelte di investimento impattano sull’offerta

Consulenza, due contratti che sono due incubi

Consulenti autonomi e scf, c’è il corso di sopravvivenza

Questionari Mifid 2, i principi Esma sono ancora un miraggio

Banca Euromobiliare e la metafora spaziale

Il consulente incompetente

Azimut, ecco il nuovo dream team

Consulenza: ritorno al futuro

Consulenza e trasparenza costi: una polemica sterile

Consulenza, ecco le linee guida per l’informativa su costi ed oneri

Consulenza finanziaria, chi è maestro americano destinato a rivoluzionarla

Mediolanum, cosa significa essere Wealth Advisor

Ocf: nuovo comitato consultivo, buona la prima

La consulenza deve diventare grande

Commissioni sulle performance, il fardello italiano

Mediolanum, cosa significa essere Private Banker

Consulenza e pricing, tariffe tutte da rifare

Fideuram Ispb: in due mesi 24 ingressi

Ti può anche interessare

Mediolanum, marzo ricco nel reclutamento

Mediolanum inizia la primavera aggiudicandosi 14 nuovi professionisti a marzo, di cui 9 provenienti ...

Sella lancia la banca d’affari per le Pmi

L'obiettivo è di investire 100 milioni di euro in 3 anni in operazioni di leverage finance, assiste ...

Un ex Azimut nel mirino di Consob

Il sig. Lorenzo Bresciani, consulente finanziario, è stato sospeso a livello cautelare per sessanta ...