Fideuram Ispb, manovra d’attacco

A
A
A
di Matteo Chiamenti 15 Ottobre 2018 | 09:12
Paolo Molesini racconta i prossimi obiettivi della società. Si punta all’Europa e oltre…

E’ un Paolo Molesini orientato al futuro, quello che emerge dalle pagine di Affari e Finanza del 15 ottobre 2018. In un’intervista a cura di Paola Jadeluca, l’amministratore delegato di Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking, si lancia nel definire gli obiettivi di sviluppo della società: “Abbiamo ancora spazi di crescita, sia in Italia, dove continuiamo a conquistare quote di mercato, che all’estero con una nuova avventura in corso di sviluppo”.

In merito ai target per i prossimi anni, le idee sono chiare: “Morval all’interno del nostro gruppo potrà ulteriormente sviluppare il proprio tradizionale ruolo di boutique, attenta alla relazione con una clientela internazionale. L’operazione è un primo passo per la realizzazione del disegno strategico delineato nel Piano d’Impresa 2018-2021 del gruppo Intesa Sanpaolo: diventare una delle prime cinque private bank in Europa e la seconda nell’Eurozona per masse gestite, con l’obiettivo di un ulteriore flusso di raccolta netta gestita pari a 55 miliardi di euro al 2021. Abbiamo individuato Argentina, Brasile, Uruguay, dove il gruppo è già conosciuto e ci sono numerosi italiani di seconda o terza generazione. In Cina la situazione è diversa: partecipiamo con una quota del 25% in una società – Yi Tsai, ovvero “talento italiano” in cui la Divisione Banche Estere del gruppo Intesa Sanpaolo ha il 55% ed Eurizon il restante 20%. Siamo coinvolti per mettere a disposizione il know how di Fideuram nella gestione di una rete di consulenti finanziari. E’ un mercato dalle enormi potenzialità”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fideuram, acquisizione lussemburghese per il private

IWBank, la tecnologia per dare il giusto cliente al giusto consulente

Reclutamenti, Mediolanum domina. Per Fideuram uscite in doppia cifra

NEWSLETTER
Iscriviti
X