Fideuram, 50 anni e non sentirli

A
A
A

Il perché di un successo: grandi manager e ottima reputazione. E la riuscita integrazione sotto l’egida di Intesa Sanpaolo.

di Nicola Ronchetti19 ottobre 2018 | 08:41

Fideuram nasce in un anno non banale, il 1968. E di strada ne ha fatta tanta, passando da chi ha saputo valorizzarla ma anche da chi – anni fa – ne avrebbe volentieri ceduto il controllo in nome della difficoltà di gestire gli allora “promotori finanziari” considerati “ingovernabili”. La storia più recente ci ha insegnato che i margini generati dalle reti dei consulenti finanziari non solo hanno reso la loro attività pienamente gestibile, ma molto spesso hanno salvato i conti dei grandi gruppi bancari nei momenti di difficoltà. Tanto è che chi in passato ha ceduto in fretta e furia le proprie reti di cf sta ora impegnandosi, non senza fatica e a caro prezzo, a ricostituirne di nuove.

La storia di Fideuram si intreccia con la storia della consulenza finanziaria in Italia e non solo perché è la rete più storica, ma anche perché da lei sono passati quasi tutti i manager che oggi gestiscono con successo altre reti.

Ed è forse per questo che Fideuram Ispb gode di un’ottima reputazione e immagine non solo tra i suoi clienti, ma anche tra i professionisti. Dai monitoraggi sui consulenti finanziari e sui private banker che FINER Finance Explorer realizza continuativamente Fideuram risulta infatti la rete con il maggior valore di immagine (“brand equity”).

Certamente altre reti – più giovani – stanno incalzando il predominio di immagine di Fideuram Ispb, ma la distanza è ancora significativa, anche grazie ad alcuni suoi asset: tradizione, serietà, affidabilità, capacità di rinnovarsi e di cavalcare la rivoluzione digitale tenendo sempre al centro della propria strategia il consulente finanziario. Anche iltop management che si è succeduto negli anni sulla tolda di comando di Fideuram ha saputo difendere e valorizzare la sua autonomia, in una logica ecumenica e di lungo periodo che sembra avere pagato di più rispetto a scelte più trancianti.

La sua convivenza nel gruppo Intesa Sanpaolo, l’affiancamento – post integrazione Milano/Torino – con una rete concorrente nata da una sua costola (Sanpaolo Invest) e poi con la banca private (Intesa Sanpaolo Private Banking) dimostrano ancora una volta e anche ai più scettici che le strategie del “divide et impera” non sempre danno i migliori frutti, soprattutto quando in ballo ci sono reti e professionisti affermati da tempo.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Foti (Fineco): tre pilastri per vincere la battaglia sui margini

Fideuram Ispb: raccolta sì, utile nì

Mps, Morelli apre ad una alleanza

Banque Syz, Eric passa il testimone di ceo

Certifica, Bnp Paribas: mini future per tutti i gusti

Fineco, top entry in riva al lago

Cara rete, pensavi solo ai soldi?

Deutsche Bank FA, trittico d’autore

Oggi su BLUERATING NEWS: Masse boom per Banca Generali, la consulenza conquista l’impresa

Allianz Bank, gestito e vita per un 2018 da ricordare

Banca Generali, masse record e l’utile batte le stime

Mediolanum, la consulenza non s’inventa

Unicredit chiude in bellezza il 2018

Deutsche Bank PB, ingresso d’esperienza nel private bresciano

Intesa e Unicredit alla prova dei numeri 2018

Mediolanum, il tech dal volto umano

Oggi su BLUERATING NEWS: la private bank svizzera di Intesa, l’utile di Deutsche Bank

Poste Italiane, l’app Bancoposta controlla le tue spese

IWBank PI, scene da una convention

Intesa SP, nasce la private bank svizzera

Bnl Bnp Paribas LB: Rebecchi schiera l’11 post convention

La favola dell’Uomo Ragno bancario

Banca Mediolanum: il risk management diventa futuristico

Oggi su BLUERATING NEWS: i campioni 2018 di Assoreti, la fusione Unicredit-SocGen

Ubi Banca: ecco il calendario degli eventi societari

Consultinvest e Pir, avviso ai naviganti

Bnl Bnp Paribas LB: il consulente diventa patrimoniale

Consulenti: i nuovi orizzonti del business

Hypo Alpe-Adria Bank, la filiale italiana è in vendita

Banca Generali: la ricetta di Mossa per un ponte imprese-investitori

Italia, la grande gelata dei bond bancari

Allianz Bank FA: missione crescita

Le incorruttibili Poste Italiane

Ti può anche interessare

Makula al timone di Decalia

Una nuova guida per la società ...

Consulenti, come rendere l’estate produttiva

Cinque idee per trasformare il calo d’attività in occasioni per il business. ...

Dittatura Life Banker nel procapite

I consulenti finanziari della rete guidata da Rebecchi leader anche a marzo nella produzione individ ...