Intesa Sanpaolo, utile sopra i 3 miliardi

A
A
A

Ottima prova trimestrale per il gruppo bancario

Avatar di Gianluigi Raimondi6 novembre 2018 | 14:44

Intesa Sanpaolo ha chiuso i primi nove mesi del 2018 con risultati in linea rispetto agli obiettivi del piano industriale 2018-2021: l’utile netto è stato pari a 3.012 mln e a circa € 3,4 mld – pari al 90% di € 3,8 mld di utile netto del 2017 – includendo la plusvalenza netta derivante dalla partnership con Intrum da contabilizzare entro l’anno.

Si conferma poi elevata poi la patrimonializzazione, largamente superiore ai requisiti normativi anche nello scenario avverso dello stress testcommon equity tier 1 ratio pro-forma a regime al 13,7% tenendo conto dei dividendi maturati nei nove mesi. 

Ancora, il risultato della gestione operativa è risultato in crescita del 13,2% rispetto ai primi nove mesi 2017, con proventi operativi netti in aumento del 4,3% e costi operativi in calo del 3,2%.

“I risultati dei primi nove mesi del 2018 riflettono la redditività sostenibile del gruppo derivante dalla solidità della base patrimoniale, della posizione di liquidità e dal modello di business resiliente e ben diversificato – afferma in una nota il management – Il modello di business si caratterizza per una focalizzazione su wealth management & protection, un’operatività su attività finanziarie che offre un natural hedging a copertura dagli impatti della volatilità dei mercati sui ricavi da commissioni, una flessibilità strategica nella gestione dei costi operativi e un’efficace gestione proattiva del credito”. 

Non solo. Si registra anche un miglioramento della qualità del credito con una riduzione dei crediti deteriorati lordi senza oneri straordinari per gli azionisti, con lo stock diminuito del 26,3% rispetto a fine 2017 considerando la cessione di sofferenze a Intrum, realizzando nei nove mesi 2018 già il 53% dell’obiettivo previsto nel piano di impresa per il 2018-2021. L’incidenza dei crediti deteriorati sui crediti complessivi è ora al 9,2% al lordo delle rettifiche e 4,5% al netto con rettifiche di valore nette su crediti in calo del 18,5% e un costo del rischio annualizzato sceso a 57 centesimi di punto.

Il gruppo Intesa si conferma così, fanno notare dalla società, un acceleratore della crescita dell’economia reale in Italia: 36,6 mld di euro di nuovo credito a medio-lungo termine a famiglie e imprese del paese nei nove mesi 2018, circa 13.000 aziende riportate in bonis nei nove mesi 2018 e 86.000 dal 2014, preservando rispettivamente 65.000 e 430.000 posti di lavoro.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Intesa Sanpaolo rilancia sulle polizze

Intesa, pronta la lista per il cda

Consulenti ibridi, Intesa Sanpaolo continua ad assumere

Intesa San Paolo a caccia di private banker in Svizzera

Diamanti in banca, partono i rimborsi

Truffa diamanti, “margini fino al 18% per la banche”

Borsa, un 2019 pieno di cedole

Intesa, frenano asset management e private banking

Il big di BlackRock loda Intesa Sanpaolo

Intesa, il feeling Messina-BlackRock

Intesa Sanpaolo, Merle e Longo in sella al private a Lugano

Consulenti, rivolta contro il contratto ibrido

Intesa, doppia mossa digitale per le imprese

Intesa Sanpaolo, svolta ibrida

Intesa Sanpaolo sceglie la blockchain

Intesa Sanpaolo, il futuro è digital

Lo spread fa salire i costi dei mutui

Intesa Sanpaolo: Messina è il miglior banchiere europeo

Manovra, e ora Moody’s boccia banche e aziende italiane

Bancari sotto pressione in Carisbo (Intesa)

Sostenibilità, Intesa Sanpaolo rientra ancora negli indici Dow Jones

Ponte Morandi, anche Intesa Sanpaolo si muove

Intesa Sanpaolo, il portafoglio nello smartphone

Intesa Sanpaolo, un nuovo contratto per bancari e consulenti

Giugno da favola per i consulenti di Intesa Sanpaolo PB

Intesa Sanpaolo, wealth management in chiaroscuro

Intesa, il cordoglio di Messina per Marchionne

Intesa Sanpaolo, se il prelievo lo fai dal tabaccaio

Una sfida per diventare consulenti

Intesa Sanpaolo, le filiali cambiano pelle

Obiettivo Protezione, il piano di Intesa sul danni

Intesa Sanpaolo, il wm punta a Est

Intesa Sanpaolo, primo trimestre col vento in poppa

Ti può anche interessare

Papa e consulenti, la stoccata di Aduc all’Anasf

Continua il dibattito sulle prese di posizioni del pontefice in materia di finanza e advisory sugli ...

Fineco, balzo in avanti della produzione

Cresce in maniera importante la raccolta a ottobre ...

Le polizze abbinate ai mutui rientrano nel calcolo del tasso usurario

Lo ha sancito una ordinanza della Cassazione dello scorso 18 aprile. ...