Una sola delibera e doppia radiazione di ex Finanza & Futuro

A
A
A

Coinvolti nel provvedimento il sig. Ugo Minolfi e la sig.ra Veronica Rossi

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti8 novembre 2018 | 09:15

Con Delibera n. 20506, Consob ha comunicato la radiazione del sig. Ugo Minolfi e della sig.ra Veronica Rossi dall’albo unico dei consulenti finanziari. Vediamo insieme la genesi del provvedimento riportata dalla delibera.

Si parte con le note trasmesse in data 18 maggio 2017 e 22 giugno 2017, con cui Finanza & Futuro Banca S.p.A. ha segnalato di aver rilevato gravi irregolarità a carico dei sig.ri Veronica Rossi e Ugo Minolfi, concernenti la disciplina dell’attività di offerta fuori sede.

La Divisione Intermediari, Ufficio Vigilanza Intermediari-Rete e Consulenti Finanziari, in esito alle valutazioni effettuate sulla base delle risultanze acquisite nel corso dell’attività di vigilanza, ha contestato:
A) alla sig.ra Rossi:
1) art. 107, comma 1, per aver:
– concorso con il sig. Minolfi nella distrazione della disponibilità di somme di denaro di pertinenza di alcuni clienti;
– concorso con il sig. Minolfi nell’illecita richiesta a nome dei clienti, falsificandone le firme ed a loro insaputa, dell’emissione di carte prepagate e dell’apertura dei relativi conti correnti tecnici;
– concorso con il sig. Minolfi nell’esecuzione di operazioni non autorizzate per conto dei clienti;
– concorso con il sig. Minolfi nell’attività di offerta fuori sede svolta dal medesimo nei confronti di alcuni clienti in mancanza di mandato ad operare da parte di un intermediario preponente;
– domiciliato presso la propria residenza la corrispondenza di una cliente;
2) art. 108, comma 4, per non avere osservato gli obblighi identificativi con riguardo ad alcuni clienti, avendo consentito al sig. Minolfi di seguire direttamente i medesimi clienti nello svolgimento dell’attività di offerta fuori sede;
3) art. 108, comma 7, per aver trattenuto i codici personali di accesso telematico ai rapporti di pertinenza dei clienti ed averli utilizzati senza le cautele prescritte;
B) al sig. Minolfi la violazione delle seguenti disposizioni del regolamento adottato con delibera Consob n. 16190 del 29 ottobre 2007:
1) art. 107, comma 1, per aver:
– concorso con la sig.ra Rossi nella distrazione della disponibilità di somme di denaro di pertinenza di alcuni clienti;
– concorso con la sig.ra Rossi nell’illecita attività di richiesta a nome dei predetti clienti, falsificandone le firme ed a loro insaputa dell’emissione di carte prepagate e dell’apertura dei relativi conti correnti tecnici;
– eseguito – in concorso con la sig.ra Rossi – operazioni non autorizzate per conto dei clienti;
– esercitato – in concorso con la sig.ra Rossi – l’attività di offerta fuori sede nei confronti di alcuni clienti pur in mancanza di mandato ad operare da parte di un intermediario preponente;
– concorso con la sig.ra Rossi nella domiciliazione presso la propria residenza della corrispondenza di una cliente;
2) art. 108, comma 7, per aver trattenuto i codici personali di accesso telematico ai rapporti di pertinenza dei clienti ed averli utilizzati senza le cautele prescritte;

Sono state quindi conclusivamente accertate, ai fini della sanzione, le seguenti violazioni:
i) a carico del sig. Ugo Minolfi, la violazione dell’art. 107, comma 1, del regolamento Consob n. 16190/2007, per aver concorso con la sig.ra Rossi nella distrazione della disponibilità di somme di denaro di pertinenza dei clienti, nella contraffazione della firma del cliente, nel perfezionamento di operazioni non autorizzate, nell’esercizio dell’attività di offerta fuori sede svolta in mancanza di mandato ad operare e nella non corretta domiciliazione della corrispondenza della clientela; nonché dell’art. 108, comma 7, del medesimo regolamento, per aver utilizzato i codici personali di accesso telematico dei clienti senza le cautele prescritte.
ii) a carico della sig.ra Veronica Rossi, la violazione dell’art. 107, comma 1, del regolamento Consob n. 16190/2007, per aver concorso con il sig. Minolfi nella distrazione della disponibilità di somme di denaro di pertinenza dei clienti, nella contraffazione della firma del cliente, nel perfezionamento di operazioni non autorizzate, nell’esercizio dell’attività di offerta fuori sede svolta in mancanza di mandato ad operare e nella non corretta domiciliazione della corrispondenza della clientela; nonché degli artt. 108, comma 4 e 108, comma 7, del medesimo regolamento, per non avere osservato gli obblighi di identificazione dei clienti e aver utilizzato i codici personali di accesso telematico dei clienti senza le cautele prescritte.

Qui il testo completo della delibera.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Le incorruttibili Poste Italiane

Violazioni multiple, radiato consulente

Sistema bancario italiano, maneggiare con cautela

Banca Generali, scatto finale della raccolta

Ing, la filiale con il look giusto per la consulenza

Consob, parte la campagna social per Scolari alla presidenza

Fineco, il trionfo della consulenza

Intesa, doppia mossa digitale per le imprese

Stress test, tanti errori nello scoop del Sole

Ubi, forze unite per blindare il capitale

Un anno miliardario per Allianz Bank FA

Ubi Banca cavalca la rivoluzione mobile

Stretta di mano tra fisco e Mediolanum

Credem, l’avanguardia nei pagamenti

Anasf: porte aperte per i “Protagonisti della crescita”

Con Consob per parlare di banca e finanza

Deutsche Bank: occhio a chi ne sfrutta illecitamente il marchio

Unicredit, svolta di Mustier: resterà da sola per 3/4 anni

Pressioni commerciali, il vero pericolo è nelle reti

Private banking, Julius Bär vende Kairos

Intesa Sanpaolo sceglie la blockchain

Sono pronti i nuovi super manager di Banca Mediolanum

Un Remix a firma Fineco

Si rafforza il commerciale di Raiffeisen CM

Ubi Banca, Massiah apre al matrimonio

Hanno ucciso il Private Banking…

JPMorgan lancia la sfida alle banche

Banche, incubo mega bolla sui derivati

Mediobanca, tutto fatto per il nuovo patto

Il tesoro dei Doris vale oltre un miliardo

Banche, obbligazioni subordinate tra rischio e occasione

Banca Generali: rotta verso gli 80 miliardi

Intesa Sanpaolo, il futuro è digital

Ti può anche interessare

Consob, parte la campagna social per Scolari alla presidenza

A promuoverla è il procuratore di private banker Antonio Mazzone ...

Azimut, l’estero sorregge la raccolta

Il totale delle masse comprensive del risparmio amministrato si attesta a fine aprile a 51,1 miliard ...

Le sinergie accademiche di B. Mediolanum

La collaborazione diretta consentirà di sviluppare specifiche iniziative nelle aree del management, ...