Una sola delibera e doppia radiazione di ex Finanza & Futuro

A
A
A

Coinvolti nel provvedimento il sig. Ugo Minolfi e la sig.ra Veronica Rossi

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti8 novembre 2018 | 09:15

Con Delibera n. 20506, Consob ha comunicato la radiazione del sig. Ugo Minolfi e della sig.ra Veronica Rossi dall’albo unico dei consulenti finanziari. Vediamo insieme la genesi del provvedimento riportata dalla delibera.

Si parte con le note trasmesse in data 18 maggio 2017 e 22 giugno 2017, con cui Finanza & Futuro Banca S.p.A. ha segnalato di aver rilevato gravi irregolarità a carico dei sig.ri Veronica Rossi e Ugo Minolfi, concernenti la disciplina dell’attività di offerta fuori sede.

La Divisione Intermediari, Ufficio Vigilanza Intermediari-Rete e Consulenti Finanziari, in esito alle valutazioni effettuate sulla base delle risultanze acquisite nel corso dell’attività di vigilanza, ha contestato:
A) alla sig.ra Rossi:
1) art. 107, comma 1, per aver:
– concorso con il sig. Minolfi nella distrazione della disponibilità di somme di denaro di pertinenza di alcuni clienti;
– concorso con il sig. Minolfi nell’illecita richiesta a nome dei clienti, falsificandone le firme ed a loro insaputa, dell’emissione di carte prepagate e dell’apertura dei relativi conti correnti tecnici;
– concorso con il sig. Minolfi nell’esecuzione di operazioni non autorizzate per conto dei clienti;
– concorso con il sig. Minolfi nell’attività di offerta fuori sede svolta dal medesimo nei confronti di alcuni clienti in mancanza di mandato ad operare da parte di un intermediario preponente;
– domiciliato presso la propria residenza la corrispondenza di una cliente;
2) art. 108, comma 4, per non avere osservato gli obblighi identificativi con riguardo ad alcuni clienti, avendo consentito al sig. Minolfi di seguire direttamente i medesimi clienti nello svolgimento dell’attività di offerta fuori sede;
3) art. 108, comma 7, per aver trattenuto i codici personali di accesso telematico ai rapporti di pertinenza dei clienti ed averli utilizzati senza le cautele prescritte;
B) al sig. Minolfi la violazione delle seguenti disposizioni del regolamento adottato con delibera Consob n. 16190 del 29 ottobre 2007:
1) art. 107, comma 1, per aver:
– concorso con la sig.ra Rossi nella distrazione della disponibilità di somme di denaro di pertinenza di alcuni clienti;
– concorso con la sig.ra Rossi nell’illecita attività di richiesta a nome dei predetti clienti, falsificandone le firme ed a loro insaputa dell’emissione di carte prepagate e dell’apertura dei relativi conti correnti tecnici;
– eseguito – in concorso con la sig.ra Rossi – operazioni non autorizzate per conto dei clienti;
– esercitato – in concorso con la sig.ra Rossi – l’attività di offerta fuori sede nei confronti di alcuni clienti pur in mancanza di mandato ad operare da parte di un intermediario preponente;
– concorso con la sig.ra Rossi nella domiciliazione presso la propria residenza della corrispondenza di una cliente;
2) art. 108, comma 7, per aver trattenuto i codici personali di accesso telematico ai rapporti di pertinenza dei clienti ed averli utilizzati senza le cautele prescritte;

Sono state quindi conclusivamente accertate, ai fini della sanzione, le seguenti violazioni:
i) a carico del sig. Ugo Minolfi, la violazione dell’art. 107, comma 1, del regolamento Consob n. 16190/2007, per aver concorso con la sig.ra Rossi nella distrazione della disponibilità di somme di denaro di pertinenza dei clienti, nella contraffazione della firma del cliente, nel perfezionamento di operazioni non autorizzate, nell’esercizio dell’attività di offerta fuori sede svolta in mancanza di mandato ad operare e nella non corretta domiciliazione della corrispondenza della clientela; nonché dell’art. 108, comma 7, del medesimo regolamento, per aver utilizzato i codici personali di accesso telematico dei clienti senza le cautele prescritte.
ii) a carico della sig.ra Veronica Rossi, la violazione dell’art. 107, comma 1, del regolamento Consob n. 16190/2007, per aver concorso con il sig. Minolfi nella distrazione della disponibilità di somme di denaro di pertinenza dei clienti, nella contraffazione della firma del cliente, nel perfezionamento di operazioni non autorizzate, nell’esercizio dell’attività di offerta fuori sede svolta in mancanza di mandato ad operare e nella non corretta domiciliazione della corrispondenza della clientela; nonché degli artt. 108, comma 4 e 108, comma 7, del medesimo regolamento, per non avere osservato gli obblighi di identificazione dei clienti e aver utilizzato i codici personali di accesso telematico dei clienti senza le cautele prescritte.

Qui il testo completo della delibera.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banche e reti, i consulenti hanno una marcia in più

Conti correnti: gli Italiani sono più parsimoniosi

Ubi Banca va di nuovo a canestro

Reti, Banca Consulia tratta con Unica Sim

Banca Generali e la festa dei bambini a Citylife

CheBanca!, reclutamento senza sosta

Reti, ora la fee è (quasi) una certezza

Banche, l’Italia è un modello virtuoso

BlackRock-Carige, niente nuovi esuberi

Fineco si gode private banking e indipendenza

Banche, la politica ammazza l’utile

Dossier reclutamento – Widiba

Dossier reclutamento – IWBank PI

Quando la consulenza è una questione morale

Dossier reclutamento: Allianz Bank FA

Mediolanum, consulenza caput mundi

Un tesoro chiamato IWBank

Oggi su BLUERATING NEWS: colpaccio Mediobanca, Fineco ottimista

Foti ai consulenti Fineco: non temete, nel 2019 guadagnerete di più

Banche Ue, le nuove norme affossano le pmi

Truffa diamanti, arriva il presidio davanti a Banco Bpm

Widiba, cresce la presenza nel Sud Italia

Widiba: la nuova ricetta della consulenza

Oggi su BLUERATING NEWS: rivoluzione BlackRock, allarmi incrociati

Scm Sim, la perdita triplica

Intesa Sanpaolo, le fondazioni calano gli assi

Consulenza, due contratti che sono due incubi

BlackRock-Varde, braccio di ferro per Carige

Unicredit, Allianz bussa alla porta

Intesa, pronta la lista per il cda

Sentenza Tercas-Popolare Bari: ora un cambio di rotta

Banche in crisi, UE con le spalle al muro

Credem al lavoro per l’innovazione aziendale

Ti può anche interessare

Colpo IWBank, arriva Sala da Widiba

Sala, 55 anni, con una pluridecennale esperienza nel settore della consulenza finanziaria maturata p ...

Oggi su BLUERATING NEWS: Masse boom per Banca Generali, la consulenza conquista l’impresa

Tutte le notizie e i protagonisti della giornata ...

Gam, ultima tappa per chiudere la vicenda dei fondi ARBF

Vicina la liquidazione del 100% delle quote. Presentati anche i dati trimestrali della società. Il ...