L’italiano Enria guiderà la Vigilanza bancaria europea

A
A
A

Enria ha superato la concorrenza dell’altra candidata alla carica, Sharon Donnery, vicegovernatore della Banca centrale irlandese e capo della task force Bce sui crediti deteriorati.

Chiara Merico di Chiara Merico8 novembre 2018 | 10:26

Un italiano, Andrea Enria, è stato nominato presidente del Consiglio di vigilanza bancaria europea. Lo ha deciso ieri il  Consiglio direttivo della Banca centrale europea, come ha fatto sapere la stessa Bce in una nota. La nomina di Enria dovrà essere approvata prima dal Parlamento Europeo o poi confermata dal Consiglio Europeo. Enria, 57 anni, è al momento presidente dell’Autorità Bancaria Europea (Eba), e se la sua nomina venisse confermata prenderà il posto di Daniele Nouy, il cui mandato è in scadenza, a partire dal 1° gennaio 2019. Il mandato di presidente del Consiglio di Vigilanza Bancaria ha una durata di cinque anni e non è rinnovabile. Enria ha superato la concorrenza dell’altra candidata alla carica, Sharon Donnery, vicegovernatore della Banca centrale irlandese e capo della task force Bce sui crediti deteriorati.

 


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Vigilanza Bce, Enria in lizza per sostituire la Nouy

L’Eba propone una bad bank europea

Ti può anche interessare

Arabia Saudita nella black list Ue contro il riciclaggio, le conseguenze per le banche

La Commissione europea ha aggiunto sette paesi, tra cui l’Arabia Saudita, Panama e la Nigeria ...

Nava (Consob): “Più azioni e meno titoli di debito nei portafogli”

Un passaggio che il presidente dell’Authority (nel corso del Consob Day a Palazzo Mezzanotte), ha ...

I fondi di Sofia ora sono di Azimut

Completata da parte della sgr del gruppo, che fa capo a Paolo Martini, l’acquisizione del ramo d ...