L’italiano Enria guiderà la Vigilanza bancaria europea

A
A
A

Enria ha superato la concorrenza dell’altra candidata alla carica, Sharon Donnery, vicegovernatore della Banca centrale irlandese e capo della task force Bce sui crediti deteriorati.

Chiara Merico di Chiara Merico8 novembre 2018 | 10:26

Un italiano, Andrea Enria, è stato nominato presidente del Consiglio di vigilanza bancaria europea. Lo ha deciso ieri il  Consiglio direttivo della Banca centrale europea, come ha fatto sapere la stessa Bce in una nota. La nomina di Enria dovrà essere approvata prima dal Parlamento Europeo o poi confermata dal Consiglio Europeo. Enria, 57 anni, è al momento presidente dell’Autorità Bancaria Europea (Eba), e se la sua nomina venisse confermata prenderà il posto di Daniele Nouy, il cui mandato è in scadenza, a partire dal 1° gennaio 2019. Il mandato di presidente del Consiglio di Vigilanza Bancaria ha una durata di cinque anni e non è rinnovabile. Enria ha superato la concorrenza dell’altra candidata alla carica, Sharon Donnery, vicegovernatore della Banca centrale irlandese e capo della task force Bce sui crediti deteriorati.

 


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Vigilanza Bce, Enria in lizza per sostituire la Nouy

L’Eba propone una bad bank europea

Ti può anche interessare

Credem dalla parte dei lavoratori

La prima banca italiana a ottenere l’asseverazione di conformita’ dei rapporti di lavoro ...

Vicenda Sanpaolo Invest, Rufini (Felsa Cisl): “Rivedere il contratto di agenzia”

Per il sindacalista il fiume di commenti sul caso Sanpaolo Invest è uno dei tanti indici dello stat ...

Poste Italiane, il risparmio gestito sostiene i conti

Il gruppo guidato da Matteo Del Fante ha pubblicato i bilanci 2017. Utile di 689 milioni e dividendo ...