Grossi per l’innovazione digitale di Credem

A
A
A

Un nuovo volto per lo sviluppo digitale della società emiliana

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti20 novembre 2018 | 08:47

Novità nel segno dell’innovazione per Credem. Piergiorgio Grossi, 51 anni, genovese, è stato nominato Chief Innovation Officer dell’istituto, realtà che conta 1,2 milioni di clienti ed oltre 6 mila dipendenti. L’inserimento di Grossi è in linea con la strategia di sviluppo del gruppo che sta realizzando, già da diversi anni, un’importante trasformazione e innovazione digitale investendo, trasversalmente su tutti i settori di business, importanti risorse economiche.

Grossi vanta una ventennale esperienza nel mondo dell’innovazione digitale sviluppata in vere eccellenze Italiane come il team di F1 di Ferrari o Ducati. Aziende dove la capacità di trasformarsi continuamente è parte del DNA e dove l’unità di misura del cambiamento è il decimo di secondo.

A livello organizzativo Grossi, che ha iniziato le sue attività in Credem da novembre, risponderà al condirettore generale Angelo Campani.

“La trasformazione digitale è un fenomeno sicuramente importante che dobbiamo agire come una reale opportunità più che una minaccia”, ha dichiarato Angelo Campani, Condirettore Generale di Credem. “Per essere competitivi continueremo anche in futuro ad investire sulle nuove tecnologie, ma soprattutto punteremo sulla formazione e sullo sviluppo delle competenze delle persone che lavorano in Credem e che sono il cuore della nostra azienda. Sono convinto”, ha aggiunto Campani, “che l’elevata qualità delle nostre persone sarà distintiva anche nel nuovo contesto digitale, integrando l’uso delle tecnologie con la componente umana soprattutto nell’ambito del servizio verso i nostri clienti”.

“L’evoluzione digitale sta certamente avendo un forte impatto sulla vita di tutti i giorni e per mantenere il vantaggio competitivo le banche devono saper avviare processi per trasformarsi continuamente”, ha aggiunto Piergiorgio Grossi (nella foto), Chief Innovation Officer di Credem. “L’innovazione è uno sport di squadra che affonda le sue radici nella giusta attitudine e che necessita di alcuni ingredienti importanti: il desiderio di apertura verso l’esterno, il coraggio e un’agile capacità di esecuzione. Immaginare un futuro straordinario è solo il primo passo poi, invece che atti eroici, servono una serie continua e costante di piccoli passi alla ricerca della propria strada”, ha concluso Grossi.

Il Gruppo Credem è presente su tutto il territorio nazionale con 661 tra filiali, centri imprese, e negozi finanziari, 6.231 dipendenti, 821 consulenti finanziari con mandato, 190 subagenti finanziari e 95 agenti finanziari specializzati nella cessione del quinto dello stipendio.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Quando la consulenza è una questione morale

Dossier reclutamento: Allianz Bank FA

Mediolanum, consulenza caput mundi

Un tesoro chiamato IWBank

Oggi su BLUERATING NEWS: colpaccio Mediobanca, Fineco ottimista

Foti ai consulenti Fineco: non temete, nel 2019 guadagnerete di più

Banche Ue, le nuove norme affossano le pmi

Truffa diamanti, arriva il presidio davanti a Banco Bpm

Widiba, cresce la presenza nel Sud Italia

Widiba: la nuova ricetta della consulenza

Oggi su BLUERATING NEWS: rivoluzione BlackRock, allarmi incrociati

Scm Sim, la perdita triplica

Intesa Sanpaolo, le fondazioni calano gli assi

Consulenza, due contratti che sono due incubi

BlackRock-Varde, braccio di ferro per Carige

Unicredit, Allianz bussa alla porta

Intesa, pronta la lista per il cda

Sentenza Tercas-Popolare Bari: ora un cambio di rotta

Banche in crisi, UE con le spalle al muro

Credem al lavoro per l’innovazione aziendale

Fineco può crescere ancora

IWBank, tre gol per vincere il derby

Bancoposta? E’ il prodotto dell’anno

Bancari, nel nuovo contratto c’è lo stop alle pressioni commerciali

Mediolanum, cosa significa essere Wealth Advisor

Contratti bancari: più soldi, meno reperibilita’

UniCredit, così è cambiata (e cambierà) la rete

Consulenza e pricing, tariffe tutte da rifare

Banca Generali, la raccolta non molla mai

Banche, la rivoluzione è iniziata

Banca Ifis, Bossi si prepara all’addio

Banche e manager: rosa is not the new black

BlueAcademy: dalle basi dell’analisi grafica all’analisi algoritmica

Ti può anche interessare

Consulenti, quale modello distributivo prevarrà?

Con la Mifid 2 le reti sono incerte tra la vendita consulenziale o l’advice fiduciaria ...

Azimut, ingresso top in Toscana

In Azimut Capital Management SGR Antonio Pasqualetti, ex Finanza & Futuro, ricoprirà il ruolo d ...

Firme contraffatte e altre violazioni, radiato consulente

Il provvedimento di Ocf. ...