Prodotti assicurativi, modificato il Regolamento emittenti

A
A
A

Le modifiche in esame entreranno in vigore il 1° gennaio 2019, contestualmente all’entrata in vigore del Regolamento Ivass n. 41/2018.

Chiara Merico di Chiara Merico26 novembre 2018 | 09:06

Consob, dopo la consultazione pubblica con il mercato, ha modificato il Regolamento emittenti (Re) in materia di prodotti finanziari emessi da imprese di assicurazioni (delibera n. 20710 del 21 novembre 2018). L’intervento normativo trae origine dalle modifiche apportate al decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58 (Tuf) e al Codice delle Assicurazioni Private (Cap) dal decreto legislativo n. 68/2018, che ha recepito nell’ordinamento nazionale la direttiva (Ue) 2016/97 sulla distribuzione assicurativa (Idd).

In particolare, le modifiche di cui al d.lgs. n. 68/2018, riguardano l’eliminazione della definizione di “prodotti finanziari emessi da imprese di assicurazione”, di cui all’articolo 1, comma 1, lettera w-bis), del Tuf e la disciplina dell’informativa precontrattuale prevista nel nuovo articolo 185 del Cap. L’articolo 2, comma 1, lettera a), del d.lgs. n. 68/2018 ha modificato l’articolo 1 del Tuf, eliminando la definizione di “prodotti finanziari emessi da imprese di assicurazione” che non risultava più attuale, riferendosi a un sottoinsieme di prodotti rientranti nella nuova nozione europea di prodotti di investimento assicurativi o “Ibip” (Insurance based investment products). La definizione di Ibip era stata già inserita nel Tuf all’articolo 1, comma 1, lettera w-bis. 3), in occasione dell’adeguamento al regolamento (Ue) n. 1286/2014, relativo ai documenti contenenti le informazioni chiave per i prodotti d’investimento al dettaglio e assicurativi preassemblati (Regolamento PRIIPs), operato dal d. lgs. n. 224/2016. Con il recepimento della Idd è stata dunque superata la coesistenza nella normativa nazionale di due definizioni non coincidenti, in linea con l’obiettivo di considerare gli Ibip come una categoria unitaria di prodotti, coerentemente con l’impostazione presente negli atti normativi europei (Regolamento PRIIPs, Idd) e già seguita dal legislatore nazionale in occasione dell’adeguamento del Tuf al Regolamento PRIIPs. Sia la Idd (articolo 2, par. 1, n. 17), sia il Regolamento PRIIPs (articolo 4, par. 1, n. 2), infatti, definiscono univocamente il “prodotto di investimento assicurativo” come “un prodotto assicurativo che presenta una scadenza o un valore di riscatto e in cui tale scadenza o valore di riscatto è esposto in tutto o in parte, in modo diretto o indiretto, alle fluttuazioni del mercato”.
Alla luce del nuovo regime normativo che si è delineato in ambito europeo e nazionale con riferimento alla trasparenza precontrattuale relativa agli Ibip, la Consob è intervenuta sul Regolamento emittenti principalmente con l’abrogazione della disciplina sull’offerta al pubblico di prodotti finanziari emessi da imprese di assicurazione, di cui alla Parte II (“Appello al pubblico risparmio”), Titolo I (“Offerta al pubblico di sottoscrizione e vendita di prodotti finanziari”), Capo IV (“Disposizioni riguardanti prodotti finanziari emessi da imprese di assicurazione”) e degli Schemi di prospetto 5, 6, e 7 (riguardanti rispettivamente le offerte di unit linked, index linked e prodotti di capitalizzazione) dell’Allegato 1B al Regolamento emittenti. Al fine di prevedere l’inapplicabilità della disciplina sull’offerta al pubblico prevista dal Tuf e dalla relativa normativa Consob di attuazione nei confronti degli Ibip, in conformità a quanto stabilito dall’articolo 100, comma 2, del Tuf, è stato modificato il comma 1 dell’articolo 34-ter del Regolamento emittenti (“Casi di inapplicabilità ed esenzioni”), prevedendo, alla lettera g), l’inapplicabilità della disciplina in esame alle offerte aventi a oggetto i prodotti di investimento assicurativi. Tale previsione di carattere generale ha comportato l’abrogazione dei commi 7 e 8 dell’art. 34-ter. Per soddisfare tale esigenza e realizzare una semplificazione della disciplina applicabile in modo uniforme a tutti gli Ibip in tema di trasparenza, per effetto della menzionata abrogazione della Parte II, Titolo I, Capo IV del Regolamento emittenti è stato eliminato, per i prodotti di ramo III e V, l’obbligo di pubblicare un prospetto d’offerta, redatto secondo gli Schemi 5, 6 e 7 (rispettivamente per unit linked, index linked e prodotti di capitalizzazione) dell’Allegato 1B al Regolamento emittenti.

Le modifiche in esame entreranno in vigore il 1° gennaio 2019, contestualmente all’entrata in vigore del Regolamento Ivass n. 41/2018. In tal modo, a partire da tale data, la documentazione precontrattuale da rendere disponibile all’investitore sarà uniforme per tutti gli Ibip e sarà articolata come segue:
1) il Kid PRIIPs, che illustra gli elementi chiave del prodotto;
2) il documento informativo precontrattuale aggiuntivo predisposto dall’Ivass, contenente le informazioni sull’emittente, in modo da assolvere ai requisiti previsti dalla Solvency II, con riferimento anche alla relazione sulla solvibilità, nonché gli ulteriori elementi informativi riferiti ai diritti e agli obblighi dei contraenti.
Il testo della delibera, corredata dalla relativa relazione illustrativa, è disponibile sul sito www.consob.it nella sezione “Regolamentazione – consultazioni”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Consob, Nori è il nuovo dg

Consob pronta per i prospetti semplificati

Consob, linea dura contro gli abusivi del trading

Intermediazione e utili: crollano le sgr, bene le sim

Consob: occhio alla truffa delle società clone

Consulenti, doppia gaffe di Savona

Savona (Consob): Viva la consulenza “indipendente”

Consob, amnesie e buchi di Savona

Sgr, reti e consulenti sotto la lente della Consob

Consob, quante sanzioni (e radiazioni) ai consulenti

Abusivismo finanziario: la guerra dei cloni

Contributi Consob, ora i consulenti vogliono un taglio

Mifid 2 e prodotti di casa, scatta l’operazione vigilanza

Consob e Procura di Roma, patto contro l’abusivismo finanziario

Consob, Bertezzolo ai saluti

Savona presidente Consob, è ufficiale

Consob apre la consultazione su crypto asset e ico

Piazza Affari, piazza dei padroni

Banche, Consob vuole lo Srep nel prospetto

Consulente radiato, la Corte condanna Consob e annulla la delibera

Abusivismo finanziario sul web, Consob non abbassa la guardia

Mifid, quando il profilo del cliente è truccato

Consob, Savona detta la linea

Esma sotto la lente

Consulenti, i robot sono già qui

Consob, è fatta per Savona

La scelta gialloverde per Consob

Consob, parte la campagna social per Scolari alla presidenza

Firme contraffatte e altre violazioni, radiato consulente

Servizi di consulenza, una lamentela ben nota

Arriva la prima radiazione targata Ocf

Distrazione di somme e altre irregolarità, radiato ex Fineco

Con Consob per parlare di banca e finanza

Ti può anche interessare

Oggi su BLUERATING NEWS: l’idra di Azimut, marzo al top per Poste

Tutte le notizie e i protagonisti della giornata ...

Reti Champions League: giornata da incorniciare per Pietrafresa e Giuliani

Dopo un giugno vissuto con poche sorprese, la settimana giornata di Reti Champions League verrà ric ...

Banca Generali, la raccolta supera quota 3 miliardi

Prosegue il cammino virtuoso della raccolta di Banca Generali. Dopo i 407 milioni di giugno (vedi no ...