Credit Suisse, altri 30 milioni in Italia

A
A
A

La banca ricapitalizza per poter erogare più credito, fino a 2,3 miliardi, alla clientela del private banking.

Andrea Giacobino di Andrea Giacobino27 novembre 2018 | 08:28

Importante aumento di capitale per la controllata italiana del Credit Suisse, al fine di sviluppare il business previsto nel piano triennale e aumentare la redditività della banca. Qualche giorno fa, infatti, a Milano, Stefano Preda presidente del Credit Suisse Italy, di cui Stefano Vecchi è amministratore delegato, ha guidato l’assemblea straordinaria che ha deliberato una ricapitalizzazione da 139,5 a 170 milioni di euro “allo scopo – si legge nel verbale assembleare – di aumentare le possibilità di esposizione verso la clientela rispetto a quanto previsto nell’attuale piano strategico 2018/2020”. L’aumento di capitale di 30,4 milioni, preventivamente autorizzato dalla Banca d’Italia, è stato contestualmente e interamente sottoscritto dalla controllante Credit Suisse AG.

La possibilità di erogare più credito, limitata alle forme di prestiti Lombard e prestiti ipotecari, ha lo scopo di sviluppare il core business del private banking e prevede da qui al 2020 un’esposizione complessiva di 2,3 miliardi. Ciò avrà benefici anche sul conto economico perché nella relazione che accompagna la ricapitalizzazione, Preda spiega che gli utili netti nel 2020 saliranno dai 16,5 milioni previsti dall’attuale piano industriale a 18,5 milioni. Nel 2017 Credit Suisse Italy, terzo operatore estero di private banking in Italia, gestiva masse per oltre 26 miliardi.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banche e reti, i consulenti hanno una marcia in più

Conti correnti: gli Italiani sono più parsimoniosi

Ubi Banca va di nuovo a canestro

Reti, Banca Consulia tratta con Unica Sim

Banca Generali e la festa dei bambini a Citylife

CheBanca!, reclutamento senza sosta

Reti, ora la fee è (quasi) una certezza

Banche, l’Italia è un modello virtuoso

BlackRock-Carige, niente nuovi esuberi

Fineco si gode private banking e indipendenza

Banche, la politica ammazza l’utile

Dossier reclutamento – Widiba

Dossier reclutamento – IWBank PI

Quando la consulenza è una questione morale

Dossier reclutamento: Allianz Bank FA

Mediolanum, consulenza caput mundi

Un tesoro chiamato IWBank

Oggi su BLUERATING NEWS: colpaccio Mediobanca, Fineco ottimista

Foti ai consulenti Fineco: non temete, nel 2019 guadagnerete di più

Banche Ue, le nuove norme affossano le pmi

Truffa diamanti, arriva il presidio davanti a Banco Bpm

Widiba, cresce la presenza nel Sud Italia

Widiba: la nuova ricetta della consulenza

Oggi su BLUERATING NEWS: rivoluzione BlackRock, allarmi incrociati

Scm Sim, la perdita triplica

Intesa Sanpaolo, le fondazioni calano gli assi

Consulenza, due contratti che sono due incubi

BlackRock-Varde, braccio di ferro per Carige

Unicredit, Allianz bussa alla porta

Intesa, pronta la lista per il cda

Sentenza Tercas-Popolare Bari: ora un cambio di rotta

Banche in crisi, UE con le spalle al muro

Credem al lavoro per l’innovazione aziendale

Ti può anche interessare

Consulenti, linee guida d’autunno

Da Esma le indicazioni su Mifid 2 ...

Banche, lo spread è una mazzata

Nell’ultimo trimestre le banche italiane hanno subito un crollo sul listino azionario italiano ...

La grande festa sta per finire?

Conti positivi per i big player delle reti. Ma l’impatto delle regole europee è dietro l’angolo ...