Acf, 36 milioni per i risparmiatori traditi

A
A
A

E’ di 854 ricorsi accolti su 976 (87,5%) e 36,1 milioni di rimborsi accordati su 44,8 richiesti (80,6%) il bilancio definitivo dell’attività svolta dall’Arbitro per le controversie finanziarie (Acf). L’attività riguarda i risparmiatori coinvolti nei crac delle due banche venete e degli istituti in risoluzione dal 2015.

Chiara Merico di Chiara Merico4 dicembre 2018 | 10:29

E’ di 854 ricorsi accolti su 976 (87,5%) e 36,1 milioni di rimborsi accordati su 44,8 richiesti (80,6%) il bilancio definitivo dell’attività svolta dall’Arbitro per le controversie finanziarie (Acf) in merito alle controversie insorte tra i “risparmiatori traditi” delle banche ammesse, in base alla legge di conversione del decreto “mille-proroghe” (n. 108 del 21 settembre 2018), alla procedura di ristoro parziale e sulle quali l’Arbitro doveva pronunciarsi entro il 30 novembre 2018. Gli 854 risparmiatori, per i quali l’Acf ha riconosciuto irregolarità da parte degli intermediari nel collocamento degli strumenti finanziari, hanno diritto ad un rimborso parziale pari al 30% dell’importo deciso dall’Arbitro e fino a un massimo di 100mila euro a testa. Il fondo pubblico stanziato dalla legge risulta, quindi, con i suoi 25 milioni di dotazione, capiente a ristorare i risparmiatori che ne faranno richiesta per un ammontare complessivo pari al 30% di 36,1 milioni.

In base alla norma di legge (articolo 11, comma 1-bis, del decreto “mille-proroghe”) hanno diritto al ristoro i “risparmiatori traditi” delle due banche venete (Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca) e degli istituti in risoluzione da novembre 2015 (tra cui Banca Popolare dell’Etruria e del Lazio, Banca delle Marche, Cassa di Risparmio di Ferrara, Cassa di Risparmio di Chieti), che abbiano presentato ricorso all’Arbitro entro il 21 settembre scorso e che abbiano ottenuto entro il 30 novembre , una pronuncia favorevole da parte dell’Acf. I rimborsi, in parte già corrisposti, saranno erogati dalla Consob secondo la procedura accessibile dal sito http://www.consob.it/web/area-pubblica/fondo-di-ristoro-finanziario.

Di seguito i dati disaggregati suddivisi per intermediario.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Mifid, quando il profilo del cliente è truccato

Arbitro Consob, boom di ricorsi

Clienti vs intermediari, parola all’Arbitro della Consob

Ti può anche interessare

Che bello lavorare in Credem

La società ottiene per la prima volta la certificazione “great place to work” ...

Fusione Unicredit-SocGen: Mustier attacca la politica

L'amministratore delegato non ha abbandonato il progetto di fusione con una banca oltre confine ...

Allianz Bank: la qualità per vincere il boomerang dei costi

Come superare gli ostacoli del confronto sui costi ...