Modric ha bisogno di un consulente finanziario

A
A
A

Il patrimonio finanziario non segue l’ascesa del calciatore

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti5 dicembre 2018 | 09:23

Magistrale nel gestire il pallone, un po’ meno le proprie finanze. Il neo pallone d’oro Luka Modric ha concluso un anno memorabile sul fronte sportivo, ma decisamente poco brillante per la propria Ivano sarl, società lussemburghese costituita dal calciatore nel 2012 per incassare i proventi relativi ai diritti d’immagine. In riferimento all’anno finanziario 2017 questa realtà, riporta Francesco Bertolino su Milano Finanza, ha registrato un drastico calo dei profitti anno su anno, passati da 1,3 milioni a poco meno di 90 mila euro.

Alla base di questa “debacle” negli incassi, il fatto che a settembre il calciatore ha patteggiato una pena di otto mesi di carcere e pagato una multa di 400 mila euro proprio per aver utilizzato la Ivano sarl come società di comodo. Secondo la procura spagnola, Modric avrebbe costituito la società al solo scopo di fruire della tassazione agevolata garantita dal Lussemburgo.

Uno “scivolone” finanziario che forse sarebbe stato evitabile con l’aiuto delle competenze e della serietà di un professionista dell’advisory, servizio che al giorno d’oggi prende in considerazione le esigenze patrimoniali del cliente a 360 gradi. Perchè il benessere patrimoniale deve passare da una regia impeccabile. Come quella di Modric.


2 commenti

  • Avatar Gianluca Grillo says:

    Sono consulente, qual è l’indirizzo di Modric perfavore?

  • Avatar Nicolò Canzoneri says:

    buongiorno
    oggi è San Nicola
    sono molto occupato per il mio onomastico
    se vi stanno a cuore i problemi di Luka Modric vi autorizzo a dargli i miei recapiti
    mi potra contattare da domani
    saluti
    Nicolò Canzoneri c. f.

ARTICOLI CORRELATI

Il Paese dove il consulente è nudo

Banca Generali, il migliore anno di sempre

Consulenti, Mifid 3 sarà solo una toppa

Consulenza, come sarà il wealt management nel 2025

Poste Italiane, consulenza ad ampio raggio

Consulenza e certificati al FeeOnly di Verona

Credem, destinazione innovazione

Consulenza e illiquidi, tra rivoluzione e rischi

Consulenza, l’industria tiene ma senza più i fasti

Il contributo della consulenza all’educazione finanziaria degli investitori

Consulenza fiscale, Mediolanum spiega gli Indici Sintetici di Affidabilità

Private banking in Italia, ecco quanto vale e chi comanda

Le truffe dei consulenti, viste dal fee only

Consulenza e trasparenza costi: per ora è un mezzo flop

Consulenza, l’esercito dei potenziali clienti esclusi

Rendiconti Mifid 2, è il turno di IWBank

Credem: Euromobiliare Advisory Sim rinnova gli investimenti

Allianz Bank FA, quando Mifid 2 fa rima con crescita

Consulenza d’estate, manuale di sopravvivenza

IWBank, give me five

I giovani hanno fame di consulenza

La consulenza è un gioco di squadra

Nuovi Pir, Doris boccia il governo

Mediolanum svela l’antidoto contro il male del fai-da-te

Consulenza noir: Nicaragua, i reali sauditi, il figlio di Gelli e un radiato

Mediolanum, il cliente in maglia rosa

Consulenza: il futuro delle Scf

Reti Champions League, collegamenti impossibili

Azimut, la raccolta è sempre un piacere

Tutto pronto per il Forum Nazionale sulla Consulenza Finanziaria

Consulenza e polizze vita, un corso per conoscerle meglio

Copernico Sim, la rivoluzione della consulenza evoluta

Quando la consulenza è una questione morale

Ti può anche interessare

Widiba, ingresso di peso da Fideuram

Un importante ingresso rafforza la rete di Widiba in Emilia Romagna. La squadra dell’Area Manag ...

Consulenti, i rischi di Mifid 2

La vice presidente dei financial advisor europei, Franceschelli, teme che la direttiva europea possa ...

Widiba si fa bella in Molise

I consulenti finanziari di Banca Widiba aprono un nuovo ufficio a Campobasso in Via Crispi, a ...