La Banca Mondiale lancia un bond sullo Human Capital per il mercato italiano

A
A
A

Il ricavato delle obbligazioni sosterrà il finanziamento delle attività della Banca Mondiale volte a sradicare la povertà e promuovere la prosperità condivisa.

Chiara Merico di Chiara Merico6 dicembre 2018 | 08:55

La Banca Mondiale (Banca Internazionale per la Ricostruzione e lo Sviluppo, BIRS, con rating Aaa/AAA) ha lanciato obbligazioni per lo sviluppo sostenibile collegate all’indice Solactive Human Capital World MV. Le obbligazioni quinquennali saranno denominate in dollari statunitensi e offerte a investitori retail italiani. Il ricavato delle obbligazioni sosterrà il finanziamento delle attività della Banca Mondiale volte a sradicare la povertà e promuovere la prosperità condivisa. L’emissione evidenzia l’importanza del capitale umano, un fattore chiave per la crescita economica. L’obbligazione è legata all’indice Solactive Human Capital World MV, che seleziona le società in base a due fattori chiave: equità lavorativa (che comprende diversità, rapporti di lavoro responsabili, remunerazione equa e condizioni di lavoro sicure) e sviluppo della società (che comprende diritti umani, tasse eque e catena di approvvigionamento responsabile). A seguito della fase di collocamento, dal 3 al 20 dicembre, le obbligazioni saranno quotate sul Mercato Obbligazionario Telematico (MOT) di Borsa Italiana, dove saranno negoziate su base continuativa. BNP Paribas fornirà liquidità in qualità di market maker. L’importo minimo di acquisto è di USD 2.000.

Michele Montefiori, Senior Financial Officer, World Bank Treasury, ha dichiarato: “Siamo lieti di lanciare obbligazioni per lo sviluppo sostenibile per sottolineare l’importanza degli investimenti nel capitale umano. Le obbligazioni fanno parte della strategia della Banca Mondiale per lo sviluppo di nuove soluzioni che offrono una valida proposta di investimento e creano valore sociale. Speriamo che queste obbligazioni espanderanno la nostra solida partnership con gli investitori italiani mentre ci impegniamo a creare un futuro migliore per tutti”. Claudia Vacanti, responsabile del dipartimento prodotti di Banca Generali, ha dichiarato: “Abbiamo deciso di aderire a questa iniziativa in grado di allineare gli obiettivi finanziari e di sostenibilità, anche perché la sostenibilità è un tema cruciale per Banca Generali, guadagnando sempre più terreno tra i nostri clienti”. Priscilla Todaro, responsabile delle vendite di distribuzione esterna di BNP Paribas Global Markets, ha dichiarato: “Siamo molto soddisfatti di questa emissione, poiché siamo riusciti a collegare il rendimento allo sviluppo del capitale umano. Il rendimento potenziale del 4% annuo, combinato con la sicurezza fornita da un emittente tripla A come la Banca Mondiale, rendono questo legame un prodotto interessante per gli investitori”. La Banca Mondiale raccoglie fondi sui mercati internazionali dei capitali per sostenere il finanziamento di progetti di sviluppo sostenibile nei paesi membri. Questi progetti si concentrano sulla riduzione della povertà e sulla crescita equa e condivisa in una vasta gamma di settori tra cui istruzione, sanità, agricoltura, sicurezza alimentare e infrastrutture essenziali. Le obbligazioni per lo sviluppo sostenibile della Banca Mondiale offrono agli investitori l’opportunità di sostenere i paesi membri nel raggiungimento dei loro obiettivi di sviluppo. La Banca Mondiale ha recentemente annunciato il suo “Progetto per il Capitale Umano”, uno sforzo ambizioso per accrescere la qualità e quantità degli investimenti nelle persone, per creare un mondo in cui tutti i bambini arrivino a scuola ben nutriti e pronti a imparare, possano apprendere in classe, e siano in grado di entrare nel mercato del lavoro come adulti sani, qualificati e produttivi.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

La Banca Mondiale punta ancora sullo sviluppo sostenibile

Banca Mondiale lancia due nuove Obbligazioni per lo sviluppo sostenibile

Banca Mondiale, doppietta sull’EuroMot

Ti può anche interessare

UniCredit, utili sopra le attese

Unicredit ha chiuso il primo trimestre dell’anno con un profitto netto in crescita del 24,7%, ...

Giugno sugli scudi per Banca Mediolanum

Con 472 milioni di raccolta totale, giugno risulta finora il mese migliore del 2018 per l'istituto d ...

Stop alla maltese OPCompany

La Consob ha vietato l’attività di offerta al pubblico residente in Italia avente ad oggetto ...