Intesa, più consiglieri esteri nel board

A
A
A
Avatar di Redazione11 dicembre 2018 | 10:32

Un consiglio di amministrazione di Intesa Sanpaolo con maggior respiro internazionale rispetto a oggi. E’ il desiderio espresso in un’intervista rilasciata al Sole24Ore da Francesco Profumo, presidente della Compagnia di Sanpaolo, che è il maggiore azionista della banca con una quota del 6,79% del capitale.” Dobbiamo riflettere sul fatto che solo il 68% dei consiglieri di Intesa Sanpaolo in scadenza aveva, tra le sue competenze, un’esperienza internazionale”, ha detto Profumo, che ha sottolineato anche un altro dato: secondo le rilevazioni della Consob, appena il 7% dei partecipanti ai consigli di amministrazione di società quotate nel nostro Paese non è italiano. “E’ un dato insufficiente”, ha dichiarato Profumo, “che, almeno per un gruppo con un respiro internazionale come Intesa Sanpaolo, ha auspicato dunque la presenza di membri del cda con una notevole esperienza oltreconfine.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Consulenti, il futuro delle grandi reti a confronto

I big del mercato raccontano la loro visione per il 2019 ...

La scure di Credit Suisse sulle banche italiane

L'istituto svizzero entra a gamba tesa sugli istituti nostrani ...

Consulente, conoscere la professione a Pavia

Professione cf, Anasf con il Career day a Pavia ...