Deutsche Bank: occhio a chi ne sfrutta illecitamente il marchio

A
A
A

Un caso segnalato da Aduc

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti17 dicembre 2018 | 12:08

Riportiamo di seguito un articolo a cura di Anna D’Antuono di Aduc che mette in allerta il pubblico su uno spiacevole nuovo caso di presunta truffa legata a fondi di garanzia. Vittima inconsapevole anche Deutsche Bank. Vediamo come.

ARTICOLO A CURA DI ANNA D’ANTUONO, ADUC

La truffa del falso fondo di garanzia riguardante i broker truffatori, da noi segnalata lo scorso 22 ottobre, si sta propagando in maniera molto preoccupante.

Stavolta sono i clienti di numerosi broker truffatori come 24option, AVA Trade, Touchtrades, Ifxbrokers, Capital Market Banc, Forex Grand, FXCM, iforex24, MIB700, PBN Invest, Investing Pro, Forex-point ad essere raggiunti da telefonate prima, e da mail (che riportiamo sotto) poi, da parte della DB Private, una società che gioca illecitamente col nome, e peggio ancora col marchio, della vera Deutsche Bank.

Telefonate e mail che giungono dal sedicente Dott. Leonardo Sartori della DB Private, il quale si presenta con toni molto gentili e non mette affatto fretta, dicendosi disponibile ad attendere la decisione dell’interessato.
La documentazione fornita a supporto dell’offerta appare credibile ad un occhio non esperte, con tanto di logo della Deutsche Bank assieme a quelli della Consob, dell’Esma e di altre autorità di vigilanza.

Come già visto nella precedente occasione, nel testo, all’apparenza serio ma contenente errori grammaticali e di sintassi tipici delle mail truffaldine scritte da chi non padroneggia la lingua, la DB Private afferma di essere incaricata di applicare ai clienti la normativa del Fondo di Compensazione degli investitori in virtù della Direttiva DI144-2007-15 del 2015 “emessa” (emanata, n.d.r.) dalla Consob. La Direttiva esiste davvero, così come esiste davvero il Fondo di Garanzia ma, a parte il fatto che è stata come ovvio emanata dal Parlamento Europeo e non dalla Consob, il Fondo di Garanzia risarcisce i clienti di intermediari residenti nella Unione Europea che si trovano nella impossibilità a restituire gli strumenti finanziari della clientela. Il Fondo di Garanzia non indennizza in alcun modo le truffe, che siano state o meno attuate da intermediari residenti nella UE.

La mail termina con l’invito ad inviare, per dare avvio alla procedura di compensazione, dei documenti di convalida d’identita:
1- Carta d’identita.
2-  Una bolletta o un documento dove sia visualizzato il suo indirizzo di residenza.
3-  Carta di credito della banca con coperti i quattro numeri centrali e il codice CVV sul retro

Una volta in possesso dei dati necessari, i truffatori sono in grado di addebitare somme sulla carta di credito del malcapitato.

Alla mail sono allegati il falso regolamento del Fondo di Compensazione, con tanto di timbri della banca e loghi della Consob per impressionare ancora più ed anche il modulo di richiesta indennizzo col logo della European Banking Federation. 

La truffa è molto pericolosa specie in Italia, dove si ha un po’ la mania dei Fondi di Garanzia.

Anch stavolta abbiamo immediatamente segnalato tutto alla Consob, alla Banca d’Italia, al Fondo Nazionale di Garanzia ed alla Procura della Repubblica di Roma, competente per territorio, oltre che alla vera Deutsche Bank che è anch’essa vittima. La truffa è davvero molto pericolosa, e ancora una volta invitiamo a non dare seguito alle telefonate e alle mail di broker che invitano ad investire con loro sul Forex, sulle criptovalute, ecc. promettendo guadagni, né tanto meno a broker o altri soggtti che promettono, in un modo o in un altro, di recuperare le perdite.

La mail che sta pervenendo:

Da: DB Private <cif@dbprivate.org>
A: 
Inviato: Giovedì 13 Dicembre 2018 17:04
Oggetto: DB Private – Regolamento Normativa Fondo di Compensazione, Richiesta di documenti CID

Buongiorno,

In allegato troverà una dichiarazione che dovrà compilare e rimandarcelo.
Per iniziare la procedura della compensazione dei fondi ci serve che lei ci mandi dei documenti di convalida d’identità:

1- Carta d’identità.

2- Una bolletta o un documento che sia visualizzato il suo indirizzo di residenza. (Nella foto devono apparire tutti gli angoli della pagina)

3- Carta di credito della banca (foto di fronte con i quattro numeri centrali coperti e di dietro con il codice CVV coperto) . (No prepagata)

Grazie, 

Dott. Leonardo Sartori

DB Private come gestore CIF di: 24option, AVA Trade, Touchtrades, Ifxbrokers, Capital Market Banc, Forex Grand, FXCM, iforex24, MIB700, PBN Invest, Investing Pro, Forex-point, ha il diritto di applicare la normativa del Fondo di compensazione degli investitori. In conformità alla suddetta Legge e Direttiva. Sezione 17 della Legge del 2007 su Investment Services and Activities and Regulated Markets (la “Legge”); il fondo è stato istituito in conformità alle sezioni 59(1) e (2) della Legge, mentre gli obblighi del Fondo sono regolati dalla Direttiva DI144-2007-15 del 2015 emessa dalla Consob (la “Direttiva”); 

DB Private is your financial partner in Italy, with 371 branches. Our advisors are at your disposal to find individual solutions for all your financial needs and goals.
Tel: +390110121896
(from Monday to Friday: 10.00 – 20.00)


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banche e reti, i consulenti hanno una marcia in più

Conti correnti: gli Italiani sono più parsimoniosi

Ubi Banca va di nuovo a canestro

Reti, Banca Consulia tratta con Unica Sim

Banca Generali e la festa dei bambini a Citylife

CheBanca!, reclutamento senza sosta

Reti, ora la fee è (quasi) una certezza

Banche, l’Italia è un modello virtuoso

BlackRock-Carige, niente nuovi esuberi

Fineco si gode private banking e indipendenza

Banche, la politica ammazza l’utile

Dossier reclutamento – Widiba

Dossier reclutamento – IWBank PI

Quando la consulenza è una questione morale

Dossier reclutamento: Allianz Bank FA

Mediolanum, consulenza caput mundi

Un tesoro chiamato IWBank

Oggi su BLUERATING NEWS: colpaccio Mediobanca, Fineco ottimista

Foti ai consulenti Fineco: non temete, nel 2019 guadagnerete di più

Banche Ue, le nuove norme affossano le pmi

Truffa diamanti, arriva il presidio davanti a Banco Bpm

Widiba, cresce la presenza nel Sud Italia

Widiba: la nuova ricetta della consulenza

Oggi su BLUERATING NEWS: rivoluzione BlackRock, allarmi incrociati

Scm Sim, la perdita triplica

Intesa Sanpaolo, le fondazioni calano gli assi

Consulenza, due contratti che sono due incubi

BlackRock-Varde, braccio di ferro per Carige

Unicredit, Allianz bussa alla porta

Intesa, pronta la lista per il cda

Sentenza Tercas-Popolare Bari: ora un cambio di rotta

Banche in crisi, UE con le spalle al muro

Credem al lavoro per l’innovazione aziendale

Ti può anche interessare

Banca Generali: innovazione e fintech a supporto del private

Nel confronto "Ricette di Innovazione" Gian Maria Mossa spiega al vicedirettore del Giornale Nicola ...

Azimut, l’estero spinge ancora la raccolta

Nel mese di ottobre 2018 il gruppo ha registrato una raccolta netta positiva per circa 287 milioni d ...

Dossier reclutamento – Fineco

L’anno è iniziato da poco e come vuole la tradizione, una volta messi da parte i numeri del bilan ...