Ubi Banca cavalca la rivoluzione mobile

A
A
A

Novità in materia di pagamenti

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti20 dicembre 2018 | 10:52

Prosegue l’interesse degli intermediari verso soluzioni di pagamento tecnologicamente all’avanguardia. Dopo avervi riportato le novità in casa Credem, oggi è la volta di Ubi Banca che rende disponibili per tutti i titolari di carte di credito di Ubi Banca (Hybrid, Libra, Kalìa) i servizi di pagamento digitale Samsung Pay e Google Pay che consentono di pagare direttamente tramite smartphone e smartwatch presso qualsiasi POS contactless.

Per attivare Samsung Pay, basta scaricare e avviare l’app omonima, inserire i dati della carta di credito Ubi Banca, seguendo le istruzioni. Per il pagamento basta visualizzare la carta trascinando il dito sullo schermo dal basso verso l’alto, autenticarsi con iridi, impronta digitale o Pin e avvicinare lo smartphone al Pos. Samsung Pay permette di pagare con un semplice gesto anche presso i terminali non abilitati al contactless, in quanto supporta, oltre alla tecnologia Nfc (Near Field Communication), anche quella MST (Magnetic Secure Transmission).

Tutti gli utenti Android potranno utilizzare Google Pay, scaricando la app da Google Play e inserendo i dati della propria carta di credito UBI Banca. Per pagare nei negozi basterà avvicinare il proprio cellulare al Pos contactless, oppure usarlo direttamente su decine di siti web e applicazioni, utilizzando le carte di credito salvate sul proprio account Google.

I servizi, dichiara in un comunicato la società, sono resi sicuri da elevati protocolli di sicurezza messi a disposizione dai due provider che non memorizzano sui dispositivi e non condividono con gli esercenti i dati della carta originale.

“Questa novità renderà l’esperienza di pagamento dei nostri clienti ancora più immediata, veloce e sicura, anche per importi bassi tipicamente gestiti tramite contante. Il nuovo sistema di pagamento potrà infatti essere utilizzato, per esempio, in esercizi commerciali come bar, ristoranti, negozi e supermercati, oltre che per effettuare ordini a domicilio, o ancora acquistare biglietti per concerti e teatro” ha commentato Natascia Noveri, Responsabile Marketing di Ubi Banca. “Contiamo così di favorire l’uso delle carte, rafforzando la soddisfazione e la fidelizzazione della nostra clientela”.

Per il futuro è prevista l’estensione di questi servizi anche alle carte di debito e alle prepagate; saranno inoltre presto disponibili altre novità funzionali al continuo miglioramento dei servizi di pagamento digitali offerti dalla banca.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banche, è crollo dei prestiti

Consulenti, ecco il segreto per non mollare

Carige, resa dei conti a settembre

Banche, lo spauracchio dei tagli al personale

Banche, 11 proposte per cambiarle

Credem, utile sugli scudi e le polizze spingono

Mediolanum, dopo l’estate in arrivo novità sulla protezione dei clienti

IWBank PI, utile e raccolta da capogiro

Saxo bank e B.Generali, matrimonio d’eccellenze

Allianz Bank FA, l’evoluzione passa dalle unit linked

Banca Sistema, la forza dell’utile

Addio a Mario Incrocci, nome storico delle reti

B.Generali batte il consensus e regala masse record

Fineco, la rete si rinnova con giovani e bancari

Consulente indagato, sequestrati 4 milioni a IWBank

Tagli Unicredit, Salvini dice la sua

B.Generali-Nextam Partners, affare fatto

Bce: tassi fermi ma serve sostegno

Deutsche Bank, la ristrutturazione pesa sui conti

Banca Generali, uno sponsor a 5 stelle

Diamanti in banca, ecco il background giuridico

Fineco regina degli scambi

Bancari, il contratto deve affrontare i cambiamenti

Rendiconti Mifid 2: Banca Generali, il valore della sintesi

Widiba, la cultura finanziaria va al mare

Ubi Banca, sprint nei pagamenti

Assopopolari, nel segno della cooperazione bancaria

Deutsche Bank, la borsa premia la cura-choc

Intesa, private banking sulle Dolomiti

Mediolanum, la raccolta trabocca di gestito

Banche, lo spread regala un miliardo

Assoreti: a maggio tanta liquidità e poco gestito

Banche e reti, i consulenti hanno una marcia in più

Ti può anche interessare

Diamanti, ecco come li vendevano in banca

Bluerating.com racconta la storia di un risparmiatore che ha acquistato le pietre preziose a prezzi ...

Acf, 36 milioni per i risparmiatori traditi

E' di 854 ricorsi accolti su 976 (87,5%) e 36,1 milioni di rimborsi accordati su 44,8 richiesti (80, ...

Oggi su BLUERATING NEWS: private revolution, commissioni bye bye

Tutte le notizie e i protagonisti della giornata ...