Consulenza in borsa: Fineco ok, Azimut ko

A
A
A
di Andrea Giacobino 31 Dicembre 2018 | 08:53
Un 2018 difficile per i 4 titoli dell’industria. Solo Foti guadagna (+0,48%) mentre Giuliani perde oltre il 40%. Male anche Doris e Mossa.

L’anno difficile di Piazza Affari si è scaricato puntualmente anche sui 4 titoli delle banche e reti di consulenza finanziaria, con qualche significativa differenza. Nel 2018 l’unica azione che ha avuto una chiusura positiva è stata Finecobank: la banca guidata da Alessandro Foti ha infatti messo a segno un rialzo dello 0,48%, anche se nel secondo semestre ha perso il 7,3%.

Al secondo posto, ma con un vistoso -30,4% sui 12 mesi, si è piazzata Banca Mediolanum guidata da Ennio Doris, che nel secondo semestre è andata un po’ meglio limitando la perdita all’11,5%. Terza è stata Banca Generali guidata da Gian Maria Mossa che ha accumulato nell’anno una perdita di valore del titolo del 34,8%, pari al -13,5% da giugno a dicembre. Maglia nera per Azimut con un tracollo dell’azione pari al 40,8% e del 28,7% nel secondo semestre. La rete presieduta da Pietro Giuliani ha però fatto felici gli azionisti in altro modo offrendo loro un dividend yield – in base alle ultime quotazioni – del 10,25%, più alto del 7,4% di Banca Generali e del 4% di Finecobank.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Caso Confesercenti, Anasf risponde alle accuse

Consulenti, nuova edizione del corso EFPA ESG Advisor

Anche i consulenti hanno cominciato da piccoli

NEWSLETTER
Iscriviti
X