Albo, le ragioni delle scelte di Ocf

A
A
A

Intervista esclusiva al presidente Carla Rabitti Bedogni

Marco Muffato di Marco Muffato31 dicembre 2018 | 09:38

Dal 1 dicembre 2018 l’Organismo di vigilanza e tenuta dell’Albo unico dei consulenti finanziari è diventato pienamente operativo. “Il trasferimento definitivo delle funzioni di vigilanza dalla Consob all’Ocf, sulla base della delibera n. 201704 adottata dall’autorità il 15 novembre 2018, affida all’organismo un compito di cui andiamo orgogliosi, ma che ci investe di una grande responsabilità che impone un atteggiamento rigoroso, puntuale ma anche equilibrato”, spiega Carla Rabitti Bedogni, presidente di Ocf, a BLUERATING. “Per l’esercizio delle nuove funzioni l’organismo ha rivisto profondamente la propria governance attraverso interventi sulla sua organizzazione interna, in linea con l’esercizio delle funzioni assegnate dal legislatore e con le leggi e i regolamenti di riferimento. Ci sarà infatti una rigida separazione tra le funzioni di gestione che resteranno in capo al Comitato direttivo e le funzioni di vigilanza, in capo al Comitato di vigilanza” afferma la presidente Ocf. “Punto di unione tra questi due organi sarà il presidente. Il Comitato di vigilanza è costituito dal presidente e da 4 membri (già insediati: Massimo Caratelli, Marco Fratini, Raffaele Lener e Mario Stella Richter, n.d.r.) in possesso di specifici requisiti di professionalità, indipendenza e onorabilità. Tale comitato deciderà sul provvedimento finale in posizione di terzietà rispetto alla fase istruttoria, assumendo autonomamente le proprie deliberazioni”, dice la presidente. “Le sanzioni e le misure cautelari saranno irrogate dall’organismo a seguito di un procedimento ispirato ai principi della piena conoscenza degli atti istruttori, del contraddittorio, della verbalizzazione nonché della distinzione tra funzioni istruttorie e funzioni decisorie”, continua la Rabitti Bedogni.

“Ocf in base ai principi sopra esposti, ha istituito un’area dedicata alla vigilanza coordinata dal segretario generale all’interno della quale si collocano l’Ufficio vigilanza albo (Uva) e l’Ufficio sanzioni amministrative (Usa). Tale struttura che svolge l’attività istruttoria, consente l’attuazione del principio di separatezza rispetto alla funzione decisoria svolta dal comitato di vigilanza. Per quanto riguarda l’assemblea, sono state recepite in particolare le nuove previsioni normative introdotte dal Tuf e dal regolamento intermediari con riferimento ai requisiti di rappresentatività delle associazioni che possono entrare a far parte della compagine associativa di Ocf nonché ai meccanismi di partecipazione degli associati e di funzionamento dell’organo”, ha concluso la presidente Ocf. “Anche rispetto al Comitato direttivo sono stati previsti nuovi criteri di nomina in ossequio alla diversa compagine associativa”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, ecco tutte le app che vi possono aiutare

Bufi (Anasf) dice la sua sulla crisi di governo

Consulenti, ecco il segreto per non mollare

Consulenti, ecco 6 mercati da tenere d’occhio

Fideuram ISPB, il banker in stile millennial

I consulenti non sono con Salvini

Enasarco, la Santa Alleanza è pronta al ribaltone

Consulenti, così si diventa fedeli alla mandante

Consulenti, in ufficio c’è il caroaffitto

Per l’ex Widiba Cardamone c’è l’ipotesi Sia

Enasarco, la rabbia dei consulenti non si placa

Consulenti, tutta la fatica di essere un manager

Rendiconti Mifid 2: scelta strutturata per Allianz Bank FA

Consulente, ecco dove puoi trovare il 5% di rendimento

Enasarco, malumori dopo il Mef

Fineco, i vantaggi del consulente azionista

Copernico Sim, fumata bianca per l’Aim

Azimut, a luglio la raccolta non va in vacanza

Fee only, luglio a quota 250

Fineco: Foti festeggia la semestrale e il super portafoglio dei cf

Banca Generali, la raccolta supera quota 3 miliardi

Consulenti, luglio bollente tra sospesi e radiati

Consulenti, ecco quanto vale davvero il vostro consiglio

B.Generali batte il consensus e regala masse record

Consulenti, ecco le deadline per Irpef e Irap

CheBanca! reclutamento a vele spiegate

Widiba, ingresso di peso da Fideuram

L’alba del nuovo consulente

Enasarco, ecco la commissione elettorale

Fineco, tris doc nei reclutamenti

Consulenti, basta obblighi sulla gestione separata Inps

Consulenti, quando il bonus è a rischio

Mifid 2, Italia studente modello

Ti può anche interessare

Pimco stronca ancora l’Italia e i Btp

Posizione di sottopeso sui titoli di stato italiani della casa d’investimenti, che a Milano ha pre ...

Consulenza e trasparenza costi: per ora è un mezzo flop

Diciamocelo senza troppe ipocrisie. In Italia probabilmente non si è fatto ancora abbastanza per l ...

Allianz Bank: la qualità per vincere il boomerang dei costi

Come superare gli ostacoli del confronto sui costi ...