Fondi e Mifid 2, mazzata per reti e consulenti

A
A
A
Marcello Astorri di Marcello Astorri2 gennaio 2019 | 11:41

Il 2019 si apre con una potenziale mazzata per reti e consulenti. La nuova normativa, la Mifid2, imporrà a società di gestione e imprese d’investimento un onere informativo maggiore alla clientela. Una disclosure sugli oneri per rendere evidente quanto questi incidano sul rendimento. Dovranno poi essere evidenziati i costi con l’importo assoluto in euro, compreso quanto ricevuto come incentivo. I costi sono una questione rilevante quando si parla di rendimento dei fondi. Se sono alti, possono mangiarsi l’intero rendimento. 

L’intento è rendere più chiaro a clienti il valore aggiunto fornito dal consulente. E, nel caso, evidenziare la perdita subita dal proprio patrimonio per effetto dei costi di gestione. Per queste ragioni, si legge su il Sole 24 Ore, molte società starebbero cercando di rivedere i costi dei propri prodotti. Un incaglio in più al termine di un 2018 difficile per la Borsa e il risparmio gestito. Con i fondi azionari specializzati sul mercato di Piazza Affari che hanno perso da un minimo del 6% fino a un massimo del 24%.


1 commento

  • Avatar mimi says:

    chi abbassserà i costi dimostrarà che non è capace a fare il suo lavoro, chi manterrà tutto inalterato manterrà la fiducia degli investitori, dei risparmiatori… che facciano i risparmiatori e non gli investitori. tengano tutto sul conto!

ARTICOLI CORRELATI

Commissioni sulle performance, il fardello italiano

Fondi, in Italia sono un salasso

Fondi, commissioni in calo fino al 2025

Ti può anche interessare

Società abusive, gli allerta delle Authority straniere

Le autorità di vigilanza di Regno Unito (Financial Conduct Authority – Fca), Spagna (Comisió ...

Consulenti furbetti? Anasf vince e la pubblicità si cambia

Qualche tempo fa vi avevamo riportato dello “scandalo” che aveva generato l’ultima ...

Intesa, frenano asset management e private banking

Proventi operativi netti i per 1,878 miliardi di euro er il private (-2,5% sul 2017), e risultato ne ...