Fed, frenata in arrivo sui tassi

A
A
A
di Roberta Maddalena 11 Gennaio 2019 | 10:21
A preoccupare Jerome Powell sono intanto il debito, la frenata globale e l’impatto di uno shutdown prolungato del governo.

L’importante, è la capacità di tornare indietro sui propri passi. Proprio come ha fatto la Federal Reserve annunciando un rallentamento dei tassi per il 2019. E se da un lato non sembra volersi placare la bufera tra la Banca centrale degli Stati Uniti e il Presidente Trump, che ha apertamente accusato l’istituto di boicottare la crescita economica del Paese con gli aumenti del costo del denaro, nell’anno in corso per la Fed la crescita degli Usa si attesterà sul 2,3%. A preoccupare il presidente Jerome Powell sono al momento tre fattori: il debito, la frenata globale e l’impatto di uno shutdown prolungato del governo. Il debito americano è arrivato a 21,9 trilioni di dollari, ovvero il 100% del pil annuale.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Jackson Hole, parola a Powell

Banche centrali, il rischio dell’impotenza

Tassi ufficiali Usa: per Ubs resta possibile primo calo

NEWSLETTER
Iscriviti
X