Caro consulente, per 3 italiani su 4 non sei “molto importante”

A
A
A

I risultati dell’Osservatorio Anima – GfK sul risparmio delle famiglie italiane

Andrea Telara di Andrea Telara15 gennaio 2019 | 12:00

Sono usciti i risultati dell’Osservatorio Anima-Gfk sul risparmio delle famiglie italiane. Una parte della ricerca è dedicata anche all’atteggiamento dei nostri connazionali verso i consulenti finanziari. Nel campione analizzato dall’Osservatorio, il 25% ritiene “molto importante” farsi aiutare da un esperto nella scelta degli investimenti. La figura del consulente ha dunque attualmente un grande appeal soltanto per un italiano su 4 e i financial advisor hanno dunque ancora un’ampia clientela potenziale da conquistare. Va detto, tuttavia, che gli investimenti rappresentano comunque la materia i cui cui la figura del consulente  ha maggiore importanza rispetto ad altri ambiti. Soltanto il 15% degli intervistati ritiene importante rivolgersi al consulente per quanto concerne la scelta di un mutuo, il 14% per la sottoscrizione di una polizza vita, il 13% per i piani previdenziali e il 3% per l’acquisto di un’auto.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Anima, prosegue il periodo no della raccolta

La nuova Anima di Arca

Anima: utile e ricavi giù, masse su

Consulenti finanziari, un tour con Anima

Gestori in vetrina – Anima

Caccia grossa nel risparmio gestito

Banche-reti, meglio le italiane delle straniere

Gestito, Anima cerca un partner

Anima, la raccolta frena a febbraio

Fondi d’investimento, alleanza tra Anima e Legg Mason

Anima, un bilancio coi fiocchi

Consulenti: Anima vi racconta le Eccellenze d’Italia

Anima, il recupero dei mercati traina la raccolta

Raccolta, Anima chiude l’anno in bellezza

Anima, novembre positivo per la raccolta

Il risiko dei fondi dopo Mifid 2

Anima mette su massa

Anima, giù la raccolta a ottobre

Anima e cuore nella raccolta a settembre

Il “buy” del consulente – 26/09/18, da Anima Holding a StM

Anima, il Banco Bpm spinge la raccolta in agosto

Anima, raccolta ok e masse gestite al top

Anima, un semestre a due facce

Anima, giugno con il segno meno

Anima, maggio nero per la raccolta

Anima, i top manager comprano azioni

Anima pensa a fare shopping

Anima, crescita a doppia cifra per utili e masse

Anima, aprile con il segno più

Anima, aumento di capitale ai nastri di partenza

Anima, cedola a 0,19 euro

Anima, le masse volano a febbraio

Poste-Anima, riparte l’alleanza

Ti può anche interessare

Crédit Agricole, i conti del trimestre sono in chiaroscuro

L'utile dei primi tre mesi del 2019 è stato sotto le attese degli analisti a causa di oneri straord ...

Cosa Banksy può insegnare a un consulente finanziario

Uno stencil, della vernice spray. Tanto basta per regalare una profonda riflessione sulla contempora ...

Intesa Sanpaolo, wealth management in chiaroscuro

Una performance che vede, a livello di utile, crescere il private banking e arretrare leggermente il ...