Carige, servono altri 500 milioni

A
A
A
Marcello Astorri di Marcello Astorri 22 Gennaio 2019 | 10:51
L’istituto ligure avrebbe bisogno di ulteriori capitali per ripulire i suoi bilanci dai crediti in sofferenza

A Banca Carige servono oltre 500 milioni. Secondo quanto riporta Il Sole 24 Ore, la banca genovese ha bisogno di 200 milioni di nuovo capitale, da aggiungere ai 320 del prestito del sistema interbancario. Il motivo è legato allo smaltimento di 850 milioni netti di crediti deteriorati, necessario a far rientrare il rapporto tra crediti netti e crediti deteriorati entro il 6,5%. Inoltre, ha bisogno di rinegoziare il tasso d’interesse del prestito interbancario, che nel frattempo è schizzato al 16%. Percentuale che comporta un aggravio di costi da 52 milioni di euro. Tutte sfide non facili. Ma che Carige deve centrare per evitare la nazionalizzazione, eventualità che brucerebbe buona parte dei capitali privati.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Consulenza e private banking, la svolta di Banca Carige (e Cesare Ponti)

Carige, il destino nei piccoli azionisti

Carige come la bella di Torriglia: spunta uno spasimante californiano

NEWSLETTER
Iscriviti
X