Banca Generali: la ricetta di Mossa per un ponte imprese-investitori

A
A
A

La società è pronta per la sfida

Avatar di Redazione22 gennaio 2019 | 16:09

Gian Maria Mossa, amministratore delegato di Banca Generali, è fiducioso sulle prospettive di interazione tra il mondo delle imprese italiane e i risparmiatori nostrani. Lo si apprende da una recente intervista rilasciata a Il Giornale, dove il manager della società evidenzia il ruolo di supporto al dialogo che Banca Generali può svolgere in tal senso: “Io credo che chi fa il mio mestiere nella gestione del risparmio deve farsi parte attiva. Le nostre Assogestioni e Assoreti possono essere un punto di riferimento istituzionale. Nel nostro piccolo, come Banca Generali stiamo avviando per primi un percorso di questo tipo avvicinando i capitali di clientela qualificata a investimenti che coinvolgono finanziamenti a imprese italiane non quotate. Il tutto tramite una piattaforma specializzata come quella di Credimi e la collaborazione della struttura di Elite di Borsa Italiana”.

Certo, poi servono anche gli strumenti giusti che mettano in comunicazione domanda e offerta. E in tal senso i nuovi Pir potrebbero essere ancora migliorabili dal punto di vista del profilo fiscale: “I Pir sono stati una buona idea e di sicuro hanno creato i presupposti per aumentare le quotazioni in Borsa e aprire il capitale delle imprese. Ma poi le risorse si limitano alle società quotate. Quindi diciamo che i Pir hanno avvicinato le pmi al capitale di rischio, ma dei 23 miliardi raccolti finora ben poco è realmente andato alle pmi perché il sistema non è strutturato per investire in titoli illiquidi. E poi c’è un tema fiscale”.

Vero, perchè i Pir prevedono l’esenzione dalle imposte dopo 5 anni. Ma si potrebbe anche osare di più “L’agevolazione fiscale rischia di creare un’aspettativa che viene rimandata ad una variabile futura, dipendente dai mercati e dalla congiuntura. Mi spiego: con i Pir lo Stato garantisce l’esenzione sulle plusvalenze che è sicuramente uno stimolo interessante, ma potrebbe esserlo ancor di più cercare di garantire i risparmiatori anche di fronte al rischio di una perdita. La detrazione delle minusvalenze avrebbe un forte impatto e introdurrebbe un concetto di protezione positivo per la pianificazione a lungo termine” ha concluso Mossa.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banca Generali, tutti i piani di Gian Maria Mossa

Banche e reti, i tre tori che fanno gola a Piazza Affari

Banca Generali, in arrivo 16 nuove strategie d’investimento per la rete

Banca Generali, una certezza chiamata raccolta

Reti, le montagne russe ad agosto

Puntare (anche) sulle reti per guadagnare dal governo giallorosso

Consulenti Banca Generali, l’ascesa dei wealth manager

Un ex cf potrebbe guidare l’economia italiana

Banche, tutti i figli di Ennio Doris

Banca Generali, l’abc della sostenibilità

Borse, la crisi di governo affossa le reti

Banca Generali, la raccolta supera quota 3 miliardi

Reti Champions League: Mossa sa solo vincere, testa a testa Di Muro-Giuliani

Banca Generali, applausi dagli analisti

B.Generali batte il consensus e regala masse record

B.Generali-Nextam Partners, affare fatto

Banca Generali, uno sponsor a 5 stelle

Performance fee, le linee guida Esma non danneggiano le reti

Banca Generali, decolla la consulenza evoluta

Banca Generali, la consulenza incontra i certificate

Banca Generali non è in vendita

Reti Champions League: Molesini, giornata da bomber

Banca Generali, ora il consulente ha un’arma in più

Caso H2O, faccia a faccia di Natixis con le reti

Banca Generali, la scelta sostenibile di Mossa

Generali-Google, alleanza per una rete hi-tech

Banca Generali punta sulle cartolarizzazioni

Banca Generali al fianco delle pmi

Banca Generali espansione in Svizzera all’orizzonte

Ragaini (Banca Generali): “così ci siamo riorganizzati”

Banca Generali, la raccolta tira ancora

Reti Champions Leaugue: Foti-Rebecchi, duello per la vetta

Banca Generali, la ricetta dell’innovazione

Ti può anche interessare

Un anno in crescita per Lombard Odier

Un utile operativo di 1,2 miliardi di franchi, in crescita del 6% rispetto al 2017.. E’ il risulta ...

Banche, è scorpacciata di titoli di stato

Le banche tornano a gonfiarsi di titoli di Stato. A dirlo è la Banca Centrale Europea, secondo la q ...

Generali lungo il canale

Avanti piano (ma avanti) all’interno di un canale rialzista ...