Azimut: operazione convenienza sulla performance fee

A
A
A

L’iniziativa della società

Avatar di Redazione24 gennaio 2019 | 12:32

Il contenimento dei costi per la clientela si ribadisce come uno dei temi caldi post Mifid 2 per le reti di consulenza . In tal senso il gruppo Azimut, uno dei principali player del mercato in Italia, ha comunicato di aver sottoposto all’autorità di vigilanza lussemburghese una nuova metodologia di calcolo delle commissioni variabili (“performance fees”) sui fondi lussemburghesi, che risulterà in una significativa riduzione dei costi variabili per i clienti, in linea con quanto indicato dai principi IOSCO.

Più precisamente, il nuovo metodo sottoposto si baserà su un calcolo annuale a benchmark più uno spread collegato alle diverse categorie di prodotto, e, al contempo, contemplerà un incremento di ca. 50bps delle commissioni fisse. Il TER per i clienti sarà mantenuto in linea con quello applicato dai concorrenti e dagli altri operatori di mercato.

La società si riserverà di fornire nuove informazioni e maggiori dettagli sulla nuova struttura commissionale una volta concluso l’iter autorizzativo con le autorità di vigilanza competenti.

Pietro Giuliani (nella foto), Presidente di Azimut Holding, commenta: “Come abbiamo già fatto in Italia nel 2005, e come hanno già fatto recentemente solo alcuni dei nostri concorrenti, ci allineiamo alle best practices indicate dalle linee guida IOSCO sul tema delle performance fees, mantenendo un TER sostanzialmente inalterato ed in linea con i valori dell’industria. Quello che tuttavia mi meraviglia è la continua attenzione sul tema delle commissioni di performance, quando nel 2018 i nostri clienti hanno pagato in media solamente 14bps, a fronte di una performance media ponderata netta al cliente che rimane ben superiore all’industria italiana sul lungo periodo. Di fatto dall’inizio dell’anno la nostra performance media ponderata netta al cliente è +3%superiore a quella dell’industria (Indice Fideuram) di oltre l’1%.”


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, il private asset diventa democratico

Azimut, gennaio da sballo per la raccolta

Azimut, ecco perché ha aumentato (e aumenterà) gli utili

Consulenti, una Academy per i giovani che fa discutere

Azimut, uno sguardo tecnico

Martini (Azimut): quante perle tra le piccole imprese

Azimut, tante grazie ai consulenti

Azimut, come sarà il 2020 sui mercati

Reti, un anno da Cani

Giuliani (Azimut): “Così abbiamo battuto ogni record e cresceremo ancora”

Azimut, la festa dei 30 anni. Intervista a Pietro Giuliani

Azimut, le ragioni di un trionfo

Banche e reti, in Borsa è stato un anno da leoni

Azimut, un saluto commosso a Tardelli

Azimut, Giuliani e oltre 300 motivi per essere felici

Azimut, nasce la struttura dedicata ai super ricchi

Azimut, Goldman Sachs sale nel capitale

Azimut, due super consulenti per la Lombardia

Azimut, il sogno americano

Azimut, Fitch rivede al ribasso il rating

Azimut, raccolta positiva e cambio in vista per le fee

Reti Champions League: quarti da urlo, ecco chi passa alle semifinali

Azimut, maxi prestito da 500 milioni di euro

Azimut, sua maestà il dividend yield

Azimut, una newco americana per gli alternativi

Azimut, 30 candeline alla faccia dei gufi

Banca Generali mette il turbo sulla consulenza evoluta

Azimut, 7 miliardi di motivi per essere sostenibili

Anasf, due nuovi appuntamenti sul territorio

Azimut, la raccolta 4.0

Azimut, un utile straripante

Azimut, rendimenti a doppia cifra con le Pmi

Azimut, i nuovi piani dopo Ali Expo

Ti può anche interessare

Advisor Mantra: le nostre radici

Advisor Mantra: Parole e pensieri per accompagnare un’intensa giornata di advisory. Una pillola mo ...

Borse, la crisi di governo affossa le reti

La tempesta sul governo italiano ha riversato una secchiata di rosso su Piazza Affari. Lo spread tra ...

Mediolanum chiude il 2019 in bellezza: super raccolta e bonus per i fb

Duemila euro extra per tutti i dipendenti del gruppo (oltre 2700), operativi in Italia, Germania, Sp ...