Consulenti, Poste Italiane la vera minaccia

A
A
A

Mediobanca suona la sveglia: Poste Italiane ha una forte clientela affluent e private. E già oggi vince sul pricing

Andrea Giacobino di Andrea Giacobino8 febbraio 2019 | 08:39

Il vero pericolo per le reti di consulenti finanziari? Sono Poste Italiane. Lo sostiene Gianluca Ferrari, brillante analista di Mediobanca Securities nell’ultimo report (vedi notizia). Secondo Ferrari, infatti, Poste Italiane sta attualmente lavorando per trovare il proprio posizionamento nell’industria e anche se gli asset gatherer non la vedono come un concorrente, il report sostiene che invece potrebbe essere una minaccia-chiave. In primo luogo perché i numeri di Poste Italiane sono di impressionanti: su un totale di 506 miliardi di euro di attività finanziarie dei loro clienti, il segmento affluent (con asset tra 75mila e 500mila euro) rappresenta il 50% (vale a dire oltre 250 miliardi di euro), mentre i clienti private (con 500mila euro e più) rappresentano circa 30 miliardi di patrimonio.

La società sta attualmente rivisitando il suo intero modello realizzato con 8mila relationship manager. Per quanto riguarda il pricing, l’assenza di un consulente finanziario da remunerare consente a Poste di addebitare dei total expense ratio di 50-60 punti base al di sotto dei asset gatherer italiani senza commissioni di performance. La società potrebbe sviluppare internamente un’infrastruttura tecnologica (app per la gestione dei risparmi e di robo-advisory per i clienti che richiedono servizi a basso consumo di tempo), ma anche una riduzione dei prezzi inversamente proporzionale al ai total financial asset investiti.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Consulente, il check-up al tuo cliente impresa

Consulenti, i buoni propositi per il 2020

Consulenti, un grande cambiamento è all’orizzonte

Consulenti, tre libri da mettere sotto l’albero

Consulente, ti dico quanto vali in performance

Consulenti, occhio a chi passerà il Natale “in bianco”

Consulenti, il digital banking non è vostro nemico

Consulenti, le paure dei vostri clienti

Consulenti, il 2019 è l’anno della ripresa

Consulenti, ecco il volto di chi vi sta mentendo

Consulenti, la giusta fee per voi

Consulenti, tra dieci anni un grande addio

Consulenti, se in ufficio arriva la Guardia di Finanza

Consulenti, affrontare il colloquio in 7 mosse

Consulenti e onorabilità, discussione aperta al ministero sui nuovi requisiti

Se il consulente va dallo chef

Fee only, gli ingressi rallentano a settembre

Consulenti, i Millennials vi cercano

Consulenti finanziari, come entrare nella rete delle Poste

Consulenza, il futuro secondo Giuliani (Azimut) e Marconi (Chebanca!)

Il consulente e il risparmiatore fifone

Fineco, asse con i consulenti nel nome della trasparenza

La “duchessa del poker” ora coach dei consulenti

Cari Consulenti, gli head hunter vi spiano sui social

Consulenti finanziari, oltre 1.300 miliardi di opportunità

Consulenti finanziari, lo stress vi sta uccidendo

Seminari Anasf, a giugno focus su MiFID 2 e i costi della non consulenza

Consulenti finanziari, la linea verde di Copernico Sim

Consulenti finanziari: la ricerca della felicità

Consulenti finanziari, le novità sul regime forfettario

Fineco, gli incentivi ai consulenti

Quanto costano i consulenti a Banca Generali

Consulente, alle Poste c’è un posto per te

Ti può anche interessare

Fineco, tanti auguri all’asset management

Nuovi prodotti in fase di lancio e patrimonio gestito a 11,9 miliardi di euro. La società di gestio ...

Unicredit, la digitalizzazione ti fa bella

Applausi per Unicredit, che è stata premiata come miglior fornitore di servizi transazionali in Eu ...

CheBanca!, il bilancio ringrazia (anche) i consulenti

E’ sicuramente “una buona annata” quella riferibile all’esercizio 2018/2019 ...