Banca Mediolanum, crolla l’utile ma la cedola tiene

A
A
A

Profitti di quasi 256 milioni di euro per la società guidata da Massimo Doris

Andrea Telara di Andrea Telara11 febbraio 2019 | 15:02

Utile in calo, crescita del margine operativo e deìl numero di clienti, dividendi invariati rispetto all’anno scorso. Sono questi, in sintesi, i risultati di bilancio per il 2018 presentati oggi da Banca Mediolanum.

Il consiglio di amministrazione della banca riunitosi oggi proporrà un o dividendo relativo all’utile 2018 di  0,20 euro lordo per azione. Considerando l’acconto sul dividendo distribuito a novembre 2018, pari a 0,20 euro per azione, il totale delle cedole relative all’esercizio 2018 sarà dunque pari 0,40 euro per azione, eguale a quello distribuito lo scorso anno.

Ecco, più nel dettaglio, i risultati del gruppo comunicati dalla società:

  • Il margine operativo, infatti, si è attestato a 288 milioni di euro , in aumento del 33% rispetto al 2017.
  • L’utile netto consolidato è di 255,7 milioni, in calo dai quasi 380 milioni del 2017. Il dato è  condizionato 102,5 milioni di costi straordinari legati alla chiusura della controversia fiscale relativa alla controllata Mediolanum International Funds Limited per gli anni 2010-2018 (così come già comunicato in data 19 dicembre 2018) e da 67 milioni euro di minori ricavi legati agli andamenti dei mercati in particolare relativi alle commissioni di performance.
  • Il totale delle masse gestite e amministrate si è attestato a Euro 74,08 miliardi di euro circa, al di sotto il livello del 2017 (Euro 75, 17 miliardi) a causa del forte calo dei mercati, in particolare nell’ultima parte del 2018.
  • La raccolta netta totale è stata positiva per Euro 4.12  miliardi, mentre la raccolta netta gestita ha raggiunto Euro 3,04 miliardi.
  • L’indice di solidità patrimoniale  Common Equity Tier 1 Ratio al 31 dicembre 2018 era pari al 19,2%.
  • I contributi ordinari e straordinari ai fondi di garanzia del sistema bancario sono stati pari a Euro 24,3milioni.

Più nel dettaglio, relativamente alle attività sul mercato italiano:

  • La raccolta nettaè stata positiva per euro 3,56 miliardi complessivi. In particolare, la raccolta netta nel risparmio gestito si è attestata a euro2.61 milardi circa.
  • Gli impieghi alla clientela retail hanno raggiunto Euro 8,43miliardi in crescita del 13% rispetto al 31 dicembre 2017.
    L’incidenza dei crediti deteriorati netti è pari allo 0,7%.
  • Il numero di Family Banker al 31 dicembre 2018 è pari a 4.188.
  • Il totale dei clienti alla stessa data si attesta a circa 1.250.000, in crescita del 3% rispetto al 2017.

Ecco invece i dati sui mercati esteri:

  • L’utile nettoè stato pari 1,6 milionidi euro.
  • Complessivamente, le masse gestite e amministrate delle controllate bancarie estere si sono attestate a euro 5,4 miliardi di euro, in crescita del 2% rispetto al 31 dicembre 2017.

La società ha comunicato oggi anche i dati sulla raccolta nel primo mese del 2019.

  1. n merito ai risultati commerciali di gruppo del mese di gennaio 2019:
    • La raccolta netta totale ammonta a E+233 milioni euro.
    • La raccolta netta nel risparmio gestito nel mese è risultata a  172 milioni.

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Reti, chi domina il mercato

Consulenti, ecco gli incentivi delle reti

Banca Mediolanum, fine anno (quasi) miliardario

Mediolanum: su Fininvest la spada di Damocle della UE

Novembre sorride a Banca Mediolanum

Lady Doris, un tesoro da 60 milioni

Banca Mediolanum, i certificates puntellano la raccolta

Banca Mediolanum, margine operativo in crescita del 26%

Reti, raccolta in calo ma i titoli restano un affare

Banca Generali vince, Banca Mediolanum prima in gestito

Banca Mediolanum, un master per i Family banker

Reti ad alto rendimento su Piazza Affari

I campioni dei dividendi delle reti

Movimenti sospetti, stop della Consob a un ex Banca Mediolanum

Banca Mediolanum, l’estate fa 23

Anche Banca Mediolanum e Widiba con Google Pay

La grande festa sta per finire?

Mediolanum Investment Banking advisor per DBH Holding

Giugno sugli scudi per Banca Mediolanum

Banca Mediolanum, maggio dieci e lode

Doris (B.Mediolanum): “L’incertezza può frenare i Pir”

Banca Mediolanum diventa Nomad

Banca Mediolanum, aprile a forza 12

Bimbi in ufficio a Banca Mediolanum

Banca Mediolanum, pagamenti più facili con un Plick

Fininvest-Mediolanum, punto a Berlusconi

Banca Mediolanum, Pac più che triplicati

Bozzolin (B.Mediolanum): “Rapporto umano al centro”

Banca Mediolanum, lo scatto di Doris nel nuovo spot

Doris (Banca Mediolanum): “La nostra agenda per la crescita”

BLUERATING in edicola. Doris (Mediolanum): “Una banca per l’Italia”

A febbraio corre la raccolta di Banca Mediolanum

Doris, rivoluzione in cassaforte

Ti può anche interessare

Reti, i benefit per i top manager

Nomi e cognomi dei beneficiari dei sistemi incentivanti in tre grandi reti ...

Etf, quando gli smart beta cambiano il benchmark

State Street Global Advisors annuncia miglioramenti alla propria gamma di etf Smart Beta Value ...

Banche, incubo mega bolla sui derivati

Strumenti nella pancia delle banche, specie europee ...