IWBank PI, il nuovo corso parte con un utile

A
A
A

Il 2018 si chiude con un bilancio in positivo

Avatar di Redazione13 febbraio 2019 | 10:10

Dopo che recentemente vi abbiamo raccontato le aspirazioni del nuovo corso di IWBank PI, dettate dal neo direttore generale Dario Di Muro, è tempo di guardare i dati di bilancio 2018. Risultati in ripresa dopo un 2017 che si era concluso con il segno meno. Ma vediamo il dettaglio del comunicato.

Il Consiglio di Amministrazione di IW Bank S.p.A., Banca del Gruppo UBI Banca attiva nell’offerta di prodotti e servizi di consulenza, trading e online banking, riunitosi il 5 febbraio sotto la Presidenza dell’Ing. Massimo Capuano, ha approvato la Relazione di Bilancio al 31 dicembre 2018, che conferma il quadro di una realtà solida con indici patrimoniali tra i migliori del comparto bancario (Total Capital Ratio 18,67%; CET1 16,87%).  

Nel periodo in esame, la Banca, forte di un modello di business multicanale, ha registrato un utile netto salito a €4,5 milioni (rispetto a un risultato negativo di €5,4 milioni nel 2017), con masse totali gestite pari a €11,2 miliardi, di cui €8,7 miliardi relative al perimetro dei Consulenti Finanziari.

La raccolta netta realizzata dalla Rete dei Consulenti Finanziari nell’esercizio 2018 si è attestata a €189 milioni (dati Assoreti). Il dato, pur positivo, riflette il processo di riqualificazione della Rete in atto e un’accentuata volatilità dei mercati finanziari che si è tradotta in un’avversione al rischio da parte della clientela, particolarmente evidente nel secondo semestre del 2018. In buona tenuta, in ogni caso, il portafoglio medio dei CF, attestatosi a €12,8 milioni, grazie anche a 30 nuovi ingressi di professionisti con profili senior e adeguatamente patrimonializzati, che hanno portato a 684 il numero totale dei Consulenti di IWBank Private Investments, diffusi capillarmente sul territorio nazionale.

Nel 2018 è proseguito il forte impulso dato alla diffusione dell’operatività digitale dei Consulenti Finanziari, con un incremento costante del numero medio mensile di nuovi contratti e di operazioni paperless. La digitalizzazione dei processi di investimento, con un positivo impatto atteso in termini di livelli di servizio, capacità competitiva ed efficacia commerciale della Rete, ha visto anche il lancio di Web Selling IWConto, il primo conto corrente digitale in Offerta fuori Sede, che il Consulente, tramite il proprio device, può aprire in piena modalità paperless sfruttando le potenzialità della firma digitale elettronica omnicanale e l’identificazione tramite Otp.

Nel corso dell’esercizio, la piattaforma in architettura aperta di soluzioni di investimento collocabili in Offerta Fuori Sede, già tra le più estese del settore di riferimento (4.000 fondi di oltre 40 case di gestione), è stata oggetto di un ulteriore ampliamento con l’attivazione di due polizze multi-ramo e il lancio di nuovi Certificate studiati specificatamente per la clientela dei Consulenti Finanziari.

In ambito Trading online, IWBank si conferma sul podio nella classifica Assosim per controvalori sul mercato azionario italiano, con una quota di mercato pari al 9,24%, consolidando la propria vocazione specialistica in tale business. In virtù del valore degli investimenti dedicati allo sviluppo di soluzioni innovative e all’estensione della gamma dei servizi e degli strumenti negoziabili, la Banca ha ricevuto a giugno 2018 il riconoscimento “FintechAge Award” per l’offerta trading più completa.

Guardando al 2019, Dario Di Muro, Direttore Generale di IWBank Private Investments, ha di recente ribadito su quali cardini ruoterà la nuova fase di sviluppo della Banca: centralità della rete dei Consulenti Finanziari e impegno a investire per renderla sempre più professionalmente qualificata; leva su un modello distributivo ad architettura aperta, in grado di riflettere non solo la lettera ma anche lo spirito di Mifid II; ulteriori investimenti per strumenti tecnologici in linea con le nuove frontiere della digital transformation e in sinergia con il Gruppo di appartenenza.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, ecco la Face App delle reti

Enasarco, le dritte in vista delle elezioni

Consulenti, italiani stuzzicati dal risparmio gestito

Credem sempre pronta al bagher

Fee only, sfondata quota 200

Consulenti, le istruzioni per conquistare i Millennials

Rendiconti Mifid 2, ecco i documenti assicurativi di Azimut

Reti e mutui, ecco i più convenienti

Credem, ora ti aiuta Emily

Enasarco, un Anasf day per parlarne

Mediolanum, così parlò di Montigny al Fed

IWBank come il Milan di Sacchi

Azimut a Palazzo Mezzanotte, pronta per la nuova sfida

Consulente, per il cliente sei come Wikipedia

Consulenti, non piacete ancora abbastanza ai paperoni

Azimut, impennata degli afflussi

IWBank, give me five

Mediolanum, la raccolta trabocca di gestito

ConsulenTia19, i momenti Anasf a Bologna

Ocf, la campagna tutta digitale a misura di consulente

Federpromm: allarme immobiliare per le famiglie

Fee only, più della forma conta la sostanza

Reti Champions League: Molesini, giornata da bomber

Banca Generali, ora il consulente ha un’arma in più

Assoreti: a maggio tanta liquidità e poco gestito

Consulenti: CheBanca! porta i manager nella città dei sassi

Caso H2O, faccia a faccia di Natixis con le reti

H2O e Allegro, un fondo dai due volti

Consulenti: tale cliente padre, tale cliente figlio

Consulenti: AcomeA vi spiega la Trade War

Sgr, reti e consulenti sotto la lente della Consob

I consulenti non sanno vendere le small cap

Polizze vita, tra i consulenti vanno a ruba

Ti può anche interessare

Pianificazione successoria: fedecommesso, un pericoloso sconosciuto

La pianificazione successoria è un argomento che sta sempre più entrando a fare parte delle compet ...

Oggi su BLUERATING NEWS: Rebecchi schiera una nuovo 11, Favero in ascesa in iShares

Tutte le notizie e i protagonisti della giornata ...

Mediobanca-Azimut, botta e risposta tra le righe

A margine delle presentazioni dei dati semestrali, Nagel e Giuliani si “scontrano” senza citarsi ...