Ubi Banca, lo shopping sarà mirato

A
A
A
di Roberta Maddalena 18 Febbraio 2019 | 10:36
Victor Massiah, amministratore delegato di Ubi Banca, ha parlato con Affari & Finanza della situazione in cui versa l’istituto di credito.

Victor Massiah, amministratore delegato di Ubi Banca, ha parlato con Affari & Finanza della situazione in cui versa l’istituto di credito che, con l’assemblea di aprile che approverà i dividendi e rinnoverà gli organi sociali, chiuderà un ciclo iniziato nel 2007 con la fusione tra Banche Popolari Unite e Banca Lombarda, passato attraverso la lunga crisi, la trasformazione in spa, l’acquisizione di Banca Etruria, Banca Marche e Carichieti.

All’assemblea, Ubi si presenta con il miglior bilancio degli ultimi dieci anni e Massiah, che guida il gruppo dal 2007, dovrebbe essere confermato. Secondo l’amministratore delegato, inoltre, il 2019 sarà ancora migliore, nonostante il contesto.

“Viviamo nell’incertezza, dalla Brexit al clima elettorale permanente, e questo incide, ma i passaggi che io considero critici, perché sono praticamente rilevanti per l’economia italiana, sono la guerra dei dazi e il rallentamento della Germania. Se lo scontro tra Usa e Cina finirà con un nuovo protezionismo saranno guai per tutti, e non per un mese o un anno; se invece al termine di un duro negoziato si raggiungerà un accordo, può crearsi su base nuove un equilibrio che farà bene a tutti”, ha detto Massiah.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banche, c’è bisogno di un cambio di rotta

Caso Ubi, richieste di condanna

Fideuram sedotta dalla “scheggia di vetro”

NEWSLETTER
Iscriviti
X