Mediolanum, raccolta più forte del blocco Pir

A
A
A
Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti7 marzo 2019 | 11:49

Dopo un 2018 che ci ha visto al primo posto assoluto nella classifica italiana delle reti per raccolta gestita, anche questo inizio d’anno, ci vede protagonisti nel risparmio destinato agli investimenti, nonostante il collocamento dei nuovi contratti Pir sia ancora sospeso per questioni regolamentari”, parola di Massimo Doris, amministratore delegato di Banca Mediolanum.

La società ha quindi saputo mettere da parte senza problemi lo stallo governativo su uno dei prodotti maggiormente apprezzati dalla clientela, situazione che aveva portato la società a comunicare a inizio anno ai propri family banker la sospensione della vendita di nuovi prodotti appartenenti a questa tipologia di investimenti. Ciò nonostante ““L’ottima raccolta di febbraio, con 447 milioni, evidenzia ancora una volta la forte vocazione di Banca Mediolanum nei confronti del risparmio gestito, che ha superato nel mese i 300 milioni” ha evidenziato Doris.

Prova superata, ancora una volta, per i consulenti di Banca Mediolanum ““Ritengo che il 2018 sia stato un banco di prova importante che ha fatto capire ai risparmiatori la complessità della gestione dei propri patrimoni. Ciò aggiunge ulteriore valore al servizio di grande qualità offerto dai Family Banker, i quali continuano a ricevere l’apprezzamento e la fiducia della nostra clientela”.

Qui di seguito una tabella riassuntiva dei risultati di febbraio:


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banca Generali, uno sponsor a 5 stelle

Diamanti in banca, ecco il background giuridico

Fineco regina degli scambi

Bancari, il contratto deve affrontare i cambiamenti

Rendiconti Mifid 2: Banca Generali, il valore della sintesi

Widiba, la cultura finanziaria va al mare

Ubi Banca, sprint nei pagamenti

Assopopolari, nel segno della cooperazione bancaria

Deutsche Bank, la borsa premia la cura-choc

Intesa, private banking sulle Dolomiti

Mediolanum, la raccolta trabocca di gestito

Banche, lo spread regala un miliardo

Assoreti: a maggio tanta liquidità e poco gestito

Banche e reti, i consulenti hanno una marcia in più

Conti correnti: gli Italiani sono più parsimoniosi

Ubi Banca va di nuovo a canestro

Reti, Banca Consulia tratta con Unica Sim

Banca Generali e la festa dei bambini a Citylife

CheBanca!, reclutamento senza sosta

Reti, ora la fee è (quasi) una certezza

Banche, l’Italia è un modello virtuoso

BlackRock-Carige, niente nuovi esuberi

Fineco si gode private banking e indipendenza

Banche, la politica ammazza l’utile

Dossier reclutamento – Widiba

Dossier reclutamento – IWBank PI

Quando la consulenza è una questione morale

Dossier reclutamento: Allianz Bank FA

Mediolanum, consulenza caput mundi

Un tesoro chiamato IWBank

Oggi su BLUERATING NEWS: colpaccio Mediobanca, Fineco ottimista

Foti ai consulenti Fineco: non temete, nel 2019 guadagnerete di più

Banche Ue, le nuove norme affossano le pmi

Ti può anche interessare

Bancari, Sileoni spinge per il rinnovo del contratto

Lando Maria Sileoni vuole risposte immediate e un calendario di incontro con l’Associazione ba ...

Consulenti, la tv di Instagram è un’occasione

I financial advisor hanno uno strumento in più a disposizione per fare marketing sulla rete ...

Consulenza, la correttezza dell’informazione è essenziale

Il risparmiatore ha diritto che la pubblicità dei prodotti finanziari sia conforme alla normativa ...