Nuova polizza agricola per Crédit Agricole

A
A
A
di Redazione 7 Marzo 2019 | 15:12
Arriva la prima polizza che tutela le aziende agricole impegnate nella coltivazione di pascoli, erbai e prati

Crédit Agricole Assicurazioni e Crédit Agricole Italia lanciano sul mercato italiano “Protezione Foraggio-SAT”, la prima polizza che tutela le aziende agricole impegnate nella coltivazione di pascoli, erbai e prati, destinati alla produzione di foraggio dalla perdita di produttività determinata dai rischi climatici, quali siccità, inondazioni e tempeste, in costante crescita negli ultimi anni. Il prodotto si basa su un metodo di telerilevamento sviluppato in collaborazione con Airbus, leader mondiale delle tecnologie satellitari, che utilizza immagini dallo spazio per valutare e monitorare la produzione di foraggio sul territorio italiano. A scadenza del periodo di osservazione, il sistema calcola l’eventuale perdita di produzione e attiva una modalità di indennizzo semplificata, che prevede il risarcimentoautomatico, senza bisogno di perizie e richieste da parte del cliente.

Come funziona il prodotto

La metodologia alla base di questo prodotto è stata mutuata da Pacifica, compagnia assicurativa danni di Crédit Agricole Assurances, operante sul mercato francese, che ha sviluppato la polizza “Assurance de Prairies” attraverso un’intensa attività di ricerca e sviluppo durata oltre 5 anni e un progetto pilota condotto con 300 coltivatori di foraggio, che hanno permesso una validazione scientifica dell’indice di perdita foraggera determinato attraverso le rilevazioni satellitari. Protezione Foraggio SAT si distingue rispetto ad altre polizze parametriche presenti sul mercato italiano delle assicurazioni agricole perché non utilizza stazioni di rilevazione meteorologiche a terra e parametri climatici (come ad esempio millimetri di pioggia o temperatura) ai quali collegare un valore di risarcimento ma, grazie al sistema satellitare, monitora l’effettiva crescita delle colture e la indicizza ad un valore standard rispetto al quale verrà calcolato l’indennizzo in caso di perdita di resa, comunicandolo in maniera trasparente e costante durante l’anno all’agricoltore assicurato. Il tutto con un livello di precisione molto elevato.

“Il lancio di un prodotto così innovativo nel mercato italiano rappresenta certamente una sfida importante, per la Compagnia ed il Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia, che hanno creduto ed investito in questo progetto. Un progetto partito circa due anni fa, con una fase accurata di studio del mercato agricolo e dei suoi bisogni” – sostiene Marco Di Guida (nella foto), Amministratore Delegato di Crédit Agricole Assicurazioni. “Protezione Foraggio-SAT” scaturisce dalla volontà di colmare un deficit rilevante di copertura in questo settore: ad oggi, infatti, solo l’8,7% delle aziende agricole italiane dispone di una protezione assicurativa, risultando pertanto sotto-assicurato. Il nostro obiettivo, insieme a Crédit Agricole Italia, è quello di sostenere i clienti offrendo loro gli strumenti adeguati per tutelarsi dai rischi, ma anche quello di diffondere una “cultura della protezione” incentrata sulla prevenzione e sull’assistenza”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Crédit Agricole Italia, l’utile netto si rafforza

Crédit Agricole, 100 milioni di euro per aziende virtuose

Pop. Bari, Credit Agricole tra i papabili compratori

NEWSLETTER
Iscriviti
X