Contratti bancari: più soldi, meno reperibilita’

A
A
A
di Redazione 14 Marzo 2019 | 10:18
Sul fronte dell’aumento salariale, i sindacati chiedono circa 200 euro lordi. E poi la richiesta di un ritocco del 10% delle borse di studio.

Qualcosa sta cambiando in materia di contratti bancari: sul fronte dell’aumento salariale, innanzitutto, i sindacati chiedono il +6,5% (circa 200 euro lordi). In aggiunta vi è anche la richiesta di un ritocco del 10% delle borse di studio e delle voci economiche di natura indennitaria previste dal contratto. Per i sindacati l’indennità di cassa non è in discussione e non può essere sostituita da polizze o strumenti alternativi. Per il buono pasto vi è una richiesta di adeguamento a 5,29 euro per il cartaceo e a 7 euro per l’elettronico.

Per quanto riguarda il Foc, i sindacati chiedono intanto la maggiorazione degli incentivi collegati all’effettivo impiego al Sud. Un’altro importante aspetto riguarda poi la solidarietà espansiva, per la quale l’intervento sulla retribuzione persa, oggi al 25%, deve passare al 50%. Infine entra in gioco l’individuazione di una quota percentuale obbligatoria e preliminare delle assunzioni dal Fondo Emergenziale, oggi finanziate dal Foc.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Saipem, nuovi ordini per 1,7 miliardi di dollari

Saipem, nuovi contratti per 430 mln di dollari. I target tecnici del titolo

Saipem si aggiudica contratti per 430 milioni di euro. Il punto tecnico sul titolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X