La consulenza deve diventare grande

A
A
A
di Marcello Astorri 14 Marzo 2019 | 10:39
Germana Martano, direttore generale di Anasf, indica la via per il futuro della professione

Il mondo della consulenza finanziaria deve crescere per affrontare con successo le novità. Lo pensa Germana Martano, direttore generale di Anasf, che si è affidata a un articolo a sua firma su MF per indicare la strada da percorrere per il futuro della professione. Per la dirigente dell’Associazione nazionale dei consulenti finanziari, le campagne di reclutamento, tra cui quelle orientate all’inserimento di giovani laureati, sono “notizie positive per il settore, rappresentando un chiaro segnale della necessità di allargare la base di consulenti finanziari in ogni rete per poter rispondere in modo adeguato a una auspicata crescente richiesta di assistenza agli investimenti da parte degli italiani”.

Il ricambio generazionale, infatti, è una delle tematiche più sentite dal settore, dal momento che l’età media dei consulenti italiani è intorno ai 50 anni. Senza una crescita del numero di professionisti, si rischia in futuro di non poter più garantire un’adeguata offerta di consulenza. Per la Martano bisogna passare “da risparmiatori a investitori: è questa la grande sfida che l’industria, e non solo, si deve porre da qui in avanti” perché “il ruolo del consulente finanziario potrebbe in futuro occupare più spazio ed esprimersi anche in funzione dell’economia reale del Paese”.

“Il consulente”, continua Martano, “già cura risparmi e affari non solo del singolo ma sempre più spesso anche della sua famiglia”. E il cliente con lui “molto più che con altri referenti come il private banker e il gestore bancario, condivide argomenti più svariati che attengono non solo alla stretta sfera della situazione finanziaria ma anche quella lavorativa, famigliare e di vita”. Il consulente può quindi “divenire un interlocutore di fiducia anche per questo target fino a oggi poco esplorato dalla categoria, il quale per la gestione delle attività finanziarie dell’impresa esprime la propensione ad affidarsi ai consulenti finanziari qualora si trovassero davanti a questa opzione di scelta”.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti