Credem, utili record e investimenti nel wealth management

A
A
A
di Redazione 15 Marzo 2019 | 09:44
Presentato il bilancio 2018 della banca emiliana. Profitti per oltre 189 milioni di euro.

Utile al top degli ultimi 10 anni e un dividendo di 0,2 euro per azione, stabile rispetto all’anno precedente. Si è chiuso così il 2018 per Credem, che ha presentato i bilanci dello scorso esercizio.“Il monte dividendi complessivo”, fa sapere un comunicato della banca, “ammonta quindi a circa 66,3 milioni di euro che portano ad oltre 280 milioni di euro i dividendi distribuiti negli ultimi cinque anni(). La cedola sarà messa in pagamento a partire dal 22 maggio 2019 con stacco il 20 maggio 2019 e record date il 21 maggio 2019. Il progetto di bilancio sarà sottoposto all’approvazione dell’Assemblea degli Azionisti che si terrà nel mese di aprile”.

Per quanto riguarda i profitti, l’utile netto consolidato del gruppo si è attestato a 186,7 milioni di euro (+0,1% su base annua). Si tratta del risultato più alto degli ultimi 10 anni che non considerando la contribuzione ai fondi di risoluzione e di tutela dei depositi sarebbe pari a 205 milioni di euro. L’indice di solidità patrimoniale Cet1 Ratio è pari invece al 12,7%. E’ proseguita anche la crescita commerciale con l’acquisizione di oltre 102 mila nuovi clienti nel corso dell’anno. Illustrando i piani di sviluppo futuri, la banca ha manifestato la volontà di puntare ancora sul risparmio gestito proseguendo “gli investimenti orientati al miglioramento, in termini di omnicanalità e digitalizzazione, del modello di servizio ed al potenziamento distributivo e produttivo del business del wealth management”.

Nazzareno Gregori, direttore generale Credem (nella foto) , ha dichiarato: “La continua ricerca dell’eccellenza messa in campo da tutte le persone che operano nel gruppo ci ha consentito anche quest’anno di garantire solidità e redditività ai vertici del sistema. La qualità, l’innovazione e la completezza dei servizi erogati, che spaziano dai prodotti assicurativi di protezione, alla valorizzazione dei risparmi dei nostri clienti fino al sostegno che abbiamo garantito ai progetti di famiglie ed imprese, ci hanno consentito di continuare a crescere anche in un contesto molto complesso. Proseguiremo con decisione nel percorso di sviluppo, con investimenti in tecnologia, assunzioni e formazione, per continuare a sostenere i nostri clienti con finanziamenti e servizi sempre all’avanguardia”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Credem, il miglior posto dove lavorare per un cf

Credem, la Silicon Valley nel portafoglio

Credem, al via i seminari sui leader d’opinione

NEWSLETTER
Iscriviti
X