Banche-reti, meglio le italiane delle straniere

A
A
A

Un report di Ubs prevede un calo della raccolta nel Vecchio Continente. Ma Azimut e Banca Mediolanum faranno meglio delle straniere.

Andrea Telara di Andrea Telara29 marzo 2019 | 09:13

I mercati salgono ma la raccolta va a rilento. E’ questo, in sintesi, il quadro del settore del risparmio gestito europeo secondo un report redatto da Ubs. La casa d’investimenti elvetica ha analizzato anche alcuni player italiani, tra cui Banca Mediolanum, Azimut e Anima. E il quadro per le banche reti e gli asset manager di casa nostra, come riporta anche il sito di Milano Finanza, è meno negativo rispetto a quello del resto d’Europa. Anzi, per le italiane Ubs si attende una crescita del patrimonio e consiglia l’acquisto dei titoli di Banca Mediolanum e Anima. Neutrale il giudizio sulle azioni Azimut, ma soprattutto a causa dei recenti rialzi dei prezzi che riducono i margini di crescita. Per Anima i flussi positivi dovrebbero essere attorno a 90 milioni di euro, per Azimut la raccolta dovrebbe attestarsi a 700 milioni e per Banca Mediolanum a 800 milioni.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Anima, a luglio continua la ripresa nella raccolta

Anima, utile giù ma masse in crescita

Anima, la raccolta esce fuori dal tunnel

Anima lancia il fondo per i “novellini” del risparmio gestito

Anima, prosegue il periodo no della raccolta

La nuova Anima di Arca

Anima: utile e ricavi giù, masse su

Consulenti finanziari, un tour con Anima

Gestori in vetrina – Anima

Caccia grossa nel risparmio gestito

Gestito, Anima cerca un partner

Anima, la raccolta frena a febbraio

Fondi d’investimento, alleanza tra Anima e Legg Mason

Anima, un bilancio coi fiocchi

Consulenti: Anima vi racconta le Eccellenze d’Italia

Anima, il recupero dei mercati traina la raccolta

Caro consulente, per 3 italiani su 4 non sei “molto importante”

Raccolta, Anima chiude l’anno in bellezza

Anima, novembre positivo per la raccolta

Il risiko dei fondi dopo Mifid 2

Anima mette su massa

Anima, giù la raccolta a ottobre

Anima e cuore nella raccolta a settembre

Il “buy” del consulente – 26/09/18, da Anima Holding a StM

Anima, il Banco Bpm spinge la raccolta in agosto

Anima, raccolta ok e masse gestite al top

Anima, un semestre a due facce

Anima, giugno con il segno meno

Anima, maggio nero per la raccolta

Anima, i top manager comprano azioni

Anima pensa a fare shopping

Anima, crescita a doppia cifra per utili e masse

Anima, aprile con il segno più

Ti può anche interessare

Oggi su BLUERATING NEWS: bye bye Pir

Tutte le notizie e i protagonisti della giornata ...

Enasarco, bufera sulle dimissioni del CFO

Rausch lascia a sorpresa l’incarico dopo un anno. E 5 consiglieri attaccano il presidente Costa: ...

Società e siti truffaldini, gli stop della Consob

Ecco tutte le società destinatarie di provvedimenti di sospensione da parte della Commissione. ...