Reti, raccolta ancora in marcia. Riparte il gestito

A
A
A

A febbraio, flussi netti positivi per 2,6 miliardi di euro per i consulenti abilitati all’offerta fuori sede

Andrea Telara di Andrea Telara1 aprile 2019 | 13:08

Secondo mese col segno più per i consulenti finanziari italiani. A febbraio, i dati rilevati da Assoreti indicano una raccolta netta positiva per le reti,  pari a 2,6 miliardi di euro, con una crescita congiunturale del 21,1%. Gli investimenti netti sui del risparmio gestito risultano, nel complesso, nuovamente positivi e pari a 937 milioni di euro, grazie ai premi netti assicurativi, mentre il saldo delle movimentazioni sui prodotti in regime amministrato è positivo per 1,7 miliardi di euro ma in calo congiunturale del 29,6% principalmente per effetto dei minori volumi di raccolta di liquidità.

Le risorse destinate al comparto assicurativo/previdenziale ammontano a poco meno di 1,2 miliardi di euro, valore triplicato rispetto ai risultati del mese precedente. Le dinamiche di crescita si riscontrano su tutte le tipologie di prodotti assicurativi: i premi netti confluiti sulle polizze vita tradizionali si attestano su un valore complessivo di 923 milioni di euro (+145%), mentre le unit linked ed i prodotti multi-ramo, dopo i bilanci negativi del mese di gennaio, registrano flussi netti positivi rispettivamente per 156 milioni e 33 milioni. La raccolta netta realizzata attraverso la distribuzione diretta di quote di Oicr  è negativa per 144 milioni di euro (-393 milioni a gennaio): i disinvestimenti netti dalle gestioni collettive di diritto estero ammontano a 158 milioni di euro per effetto dei deflussi dai fondi di fondi (-234 milioni), mentre il bilancio mensile degli OICR di diritto italiano è positivo per 32 milioni di euro. Il saldo delle movimentazioni effettuate sulle gestioni patrimoniali individuali è negativo per 87 milioni di euro (-205 milioni a gennaio): i disinvestimenti coinvolgono esclusivamente le GPM (-130 milioni) mentre sulle Gpf le sottoscrizioni prevalgono per 43 milioni di euro.

La raccolta netta realizzata sui titoli in regime amministrato è pari a 816 milioni di euro, con una flessione congiunturale del 4,3%: gli investimenti netti coinvolgono principalmente i certificates(406 milioni), i titoli di Stato (157 milioni) e gli strumenti del mercato monetario (201 milioni). La raccolta di risparmio sotto forma di liquidità è pari a 839 milioni di euro (-43,9%).

A fine mese i clienti primi intestatari, per il nuovo campione di società partecipante all’indagine, sono pari a 4,348 milioni. Il numero di consulenti finanziari abilitati all’o.f.s., con mandato dalle società rientranti nell’indagine dell’Assoreti, è pari a 23.153 unità (24.856 unità per l’intera compagine – dato stimato); di questi, 22.863 unità risultano effettivamente operative (con portafoglio > 0).


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Consulenza noir: Nicaragua, i reali sauditi, il figlio di Gelli e un radiato

Mediolanum, il cliente in maglia rosa

Consulenza: il futuro delle Scf

Reti Champions League, collegamenti impossibili

Azimut, la raccolta è sempre un piacere

Tutto pronto per il Forum Nazionale sulla Consulenza Finanziaria

Consulenza e polizze vita, un corso per conoscerle meglio

Copernico Sim, la rivoluzione della consulenza evoluta

Quando la consulenza è una questione morale

Fineco, il titolo inciampa dopo il dietrofront di BlackRock

Consulenti, IWBank PI è pronta ad accelerare

Reti e consulenza, i pionieri della fee only

Dal prodotto al servizio: la consulenza finanziaria income based

Consulenza indipendente: botta e risposta con il neo Vice Presidente di AssoSCF

Consulenza finanziaria e costi: a ITForum una tavola rotonda per parlarne

Consulenti, i CF webinars sbarcano al Salone del Risparmio

ITForum Rimini 2019: Programma formativo sempre più ricco

Salone del Risparmio, Legg Mason GAM: “Azioni: è giunto il tempo delle strategie unconstrained”

Reti e controversie, ecco quelle più coinvolte

Cosa Banksy può insegnare a un consulente finanziario

Scm Sim, la perdita triplica

Reti: come emozioni e scelte di investimento impattano sull’offerta

Consulenza, due contratti che sono due incubi

Consulenti autonomi e scf, c’è il corso di sopravvivenza

Questionari Mifid 2, i principi Esma sono ancora un miraggio

Banca Euromobiliare e la metafora spaziale

Il consulente incompetente

Azimut, ecco il nuovo dream team

Consulenza: ritorno al futuro

Consulenza e trasparenza costi: una polemica sterile

Consulenza, ecco le linee guida per l’informativa su costi ed oneri

Consulenza finanziaria, chi è maestro americano destinato a rivoluzionarla

Mediolanum, cosa significa essere Wealth Advisor

Ti può anche interessare

Enasarco, bufera sulle dimissioni del CFO

Rausch lascia a sorpresa l’incarico dopo un anno. E 5 consiglieri attaccano il presidente Costa: ...

Consulenza, le sfide del futuro al convegno Assoreti

"Consulenza e wealth management: modelli al servizio dei clienti": è questo il tema del convegno in ...

Fineco, il trionfo della consulenza

Un anno complesso sui mercati, ma gli afflussi 2018 sono da record ...