Mediolanum, ora la dichiarazione non finanziaria è su blockchain

A
A
A
di Redazione 2 Aprile 2019 | 11:47

Banca Mediolanum ha reso noto di aver certificato l’immodificabilità della Dichiarazione Non Finanziaria (DNF) attraverso l’utilizzo di blockchain Ethereum e la conseguente pubblicazione dell’hash del documento sul sito istituzionale della Banca. Con questo processo di notarizzazione, la banca guidata dall’amministratore delegato, Massimo Doris, vuole rendere noto, in modo certificato, a tutti gli stakeholder impegni, azioni e performance in ambito economico, sociale e ambientale.

“Esplorare i possibili campi di applicazione delle nuove frontiere dell’innovazione tecnologica per Banca Mediolanum significa procedere sul percorso della semplificazione e della dematerializzazione”,  afferma Oscar di Montigny, Chief Innovation, Sustainability & Value Strategy Officer, “Con orgoglio ci annoveriamo tra le prime banche italiane ad utilizzare i “servizi di notarizzazione” offerti da Blockchain che significa contemporaneamente garantire l’autenticazione del documento, quindi la sua immodificabilità e irripudiabilità in un’ottica di trasparenza nei confronti di tutti i nostri stakeholder”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Generali, per i soci è tempo di mostrare le carte

Consulenti, ecco le banche-reti più “cattive”

Banca Mediolanum, prova di forza sotto il solleone

NEWSLETTER
Iscriviti
X