Banca Generali, nuova mossa in Svizzera

A
A
A
di Andrea Telara 9 Aprile 2019 | 09:38
Dopo l’acquisizione di Valeur, la società punta all’acquisizione di una vera e propria licenza bancaria.

Ottenere una vera e propria licenza bancaria in Svizzera. E’ l’obiettivo messo in agenda da Banca Generali, secondo quanto ha dichiarato l’amministratore delegato della società, Gian Maria Mossa (nella foto). In un’intervista al Sole24Ore, Mossa ha manifestato l’’intensione di esportare il suo modello di business nel private banking in territorio elvetico, dove ha già acquisito nei mesi scorsi il wealth manager Valeur. La prossima mossa è appunto richiedere una licenza bancaria, attraverso un iter ordinario oppure, se necessario, attraverso l’acquisizione di un piccolo operatore già attivo. Interesse anche per il Lussemburgo, dove Banca Generali è già presente con una fabbrica prodotto e che può rappresentare una porta per l’accesso ai mercati asiatici. In Italia, invece, Mossa non vede la possibilità di grandi operazioni di fusione e acquisizione nel settore del risparmio gestito. Piuttosto, ci sarà un processo di aggregazione e concentrazione nel segmento del family office, dove l’offerta di mercato è ancora frammentata.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Generali, tutto sul nuovo home banking

Private Banking, la rivoluzione della tecnologia

Banca Generali, Mossa ricorda Doris

NEWSLETTER
Iscriviti
X