Quanto costa diventare consulente finanziario

A
A
A

Le spese da sostenere nel 2019 per esercitare la professione di consulente finanziario

Luca Spoldi di Luca Spoldi16 aprile 2019 | 11:02

Quanto costa diventare consulente finanziario, professione che da quest’anno prevede l’accesso a un Albo unico tenuto dall’Organismo dei consulenti finanziari (Ocf), ripartito in tre diversi sezioni?

SALASSO DOPO L’ESAME – Per accedere all’Albo unico e svolgere la professione occorre superare un esame, dopo aver versato un contributo per la prova valutativa di 100 euro (oltre a dover eventualmente spendere per i materiali o i corsi di preparazione all’esame). Una volta superato l’esame, per essere iscritti all’Albo occorre poi pagare un contributo di iscrizione che quest’anno è pari a 300 euro per i consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede, 500 euro per i consulenti finanziari autonomi e 3mila euro per le società di consulenza finanziaria. Tutte tre le categorie di iscritti devono anche pagare una marca da bollo di 16 euro e versare una tassa di concessione governativa di 168 euro.

IL CONTRIBUTO ANNUO – Per restare nell’Albo (per chi non paga entro la scadenza del 15 aprile è prevista la cancellazione), i consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede versano nel 2019 un contributo annuo di 185 euro, in linea con quanto pagato negli anni passati tra Consob (85 euro) e Ocf (85 euro). Il contributo per i consulenti finanziari autonomi è invece equivalente alla tariffa della prima iscrizione e dunque pari a 500 euro (3mila euro per le società di consulenza, n.d.r.). Per svolgere la loro attività, i financial advisor dovranno sostenere costi operativi come quelli per il mezzo di trasporto, per l’abbigliamento, per il commercialista e gli stipendi di eventuali collaboratori. Secondo le ultime indagini di mercato, i ricavi di un cf variano mediamente dai 45mila ai 250mila euro lordi annui a seconda del grado di anzianità e del portafoglio clienti. Rapportando questo livello di remunerazione alle spese sopra elencate, si capisce perché la professione del consulente non è facile da svolgere per un giovane.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Credem, prosegue la crescita della banca assicurazione

Prosegue la crescita della banca assicurazione nel Gruppo Credem che punta sempre più, con il pro ...

Advisor Mantra: il piacere della sfida

Advisor Mantra: Parole e pensieri per accompagnare un’intensa giornata di advisory. Una pillola mo ...

Consulenti, così si lavora in Fideuram ISPB

Contratti, reclutamenti e servizi evoluti. Ecco una radiografia dell’offerta di advisory del leade ...