Quando la consulenza è una questione morale

A
A
A

La qualità consulenziale e l’orientamento all’utente, anche se del tutto conformi al quadro regolamentare, possono variare significativamente in funzione dell’ideologia morale del professionista. Tuttavia il suo comportamento non dipende solo dalle sue credenze (micro- livello individuale) ma anche dal tipo di cultura dell’integrità dell’azienda per la quale opera (meso-livello organizzativo) nonché dalla percezione prevalente del complesso dei valori e delle pratiche che connotano il settore (macro- livello).

La tesi, ampiamente dimostrata in letteratura, viene ben rappresentata in uno studio (Three Levels of Ethical Influences on Selling Behavior and Performance, 2017). In conseguenza, ogni specifico comportamento professionale ha degli antecedenti e delle responsabilità di ciascuno dei tre livelli. Il legislatore dovrebbe realizzare politiche che richiedano a tutti i soggetti interessati di occuparsi della dimensione culturale del clima etico. Le autorità di controllo dovrebbero misurare, monitorare e porre in atto interventi che possano favorire lo sviluppo di una cultura dell’integrità condivisa, in stretta sinergia con le associazioni degli intermediari e degli operatori. Ogni azienda dovrebbe coerentemente realizzare percorsi educativi per lo sviluppo del ragionamento etico dei professionisti e del personale interno. E ogni professionista dovrebbe impegnarsi per acquisire una consapevolezza delle regole morali che utilizza nelle proprie decisioni professionali e dei meccanismi di disimpegno morale che adopera per autogiustificare comportamenti scorretti. Tuttavia, di tali orientamenti, a parte qualche caso virtuoso, non sembrano esserci tracce significative. Si potrebbe dire con Milgram: “È facile ignorare la responsabilità quando si è soltanto un anello intermedio in una catena di azioni”.


1 commento

ARTICOLI CORRELATI

Wealth management, ecco il master per i manager

BlackRock, sale la quota nei giganti bancari

Banche, i tassi hanno un conto salato

Consulenti, ecco la banca del 2029

Banche, cooperazione significa efficienza

Governo giallorosso, sulle banche poche parole

Banche online, grandissimi rischi

Banche, è crollo dei prestiti

Consulenti, ecco il segreto per non mollare

Carige, resa dei conti a settembre

Banche, lo spauracchio dei tagli al personale

Banche, 11 proposte per cambiarle

Credem, utile sugli scudi e le polizze spingono

Mediolanum, dopo l’estate in arrivo novità sulla protezione dei clienti

IWBank PI, utile e raccolta da capogiro

Saxo bank e B.Generali, matrimonio d’eccellenze

Allianz Bank FA, l’evoluzione passa dalle unit linked

Banca Sistema, la forza dell’utile

Addio a Mario Incrocci, nome storico delle reti

B.Generali batte il consensus e regala masse record

Fineco, la rete si rinnova con giovani e bancari

Consulente indagato, sequestrati 4 milioni a IWBank

Tagli Unicredit, Salvini dice la sua

B.Generali-Nextam Partners, affare fatto

Bce: tassi fermi ma serve sostegno

Deutsche Bank, la ristrutturazione pesa sui conti

Banca Generali, uno sponsor a 5 stelle

Diamanti in banca, ecco il background giuridico

Fineco regina degli scambi

Bancari, il contratto deve affrontare i cambiamenti

Rendiconti Mifid 2: Banca Generali, il valore della sintesi

Widiba, la cultura finanziaria va al mare

Ubi Banca, sprint nei pagamenti

Ti può anche interessare

Fineco, la rete si rinnova con giovani e bancari

Il settore della consulenza finanziaria sta assistendo a un forte sviluppo, grazie al trend legato a ...

Consulenti autonomi e scf, c’è il corso di sopravvivenza

Lo scorso 1° dicembre è stato dato avvio alle nuove sezioni dell’Albo Unico dei Consulenti Finan ...

Oggi su BLUERATING NEWS: cedole come se piovesse, un nuovo banker per Fineco

Tutte le notizie e i protagonisti della giornata ...