Consulenti, dead line sulla posta certificata

A
A
A
Avatar di Redazione 26 Aprile 2019 | 09:57

Entro il 1° maggio 2019 tutti i consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede già iscritti all’Albo sono tenuti a comunicare a Ocf il proprio indirizzo di Posta Elettronica Certificata (Pec), il mezzo che consente di inviare e-mail con valore legale equiparato a una raccomandata con ricevuta di ritorno. Questo obbligo di comunicazione, riporta il portale di Anasf, è stato introdotto dall’art. 153 del nuovo Regolamento Intermediari (delibera Consob n. 20307/2018) che, più in generale, stabilisce gli obblighi dei consulenti finanziari nei confronti dell’Organismo.

Il consulente finanziario potrà adempiere a questo obbligo con una delle due modalità suindicate, ossia tramite accesso alla propria area riservata oppure inviando una comunicazione via Pec, allegando copia di un valido documento di riconoscimento e utilizzando il modulo, debitamente compilato e firmato in ogni sua parte, visibile e scaricabile dal sito cliccando qui.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, valanga di sanzioni a marzo

Banca Generali, raccolta ricca a marzo

Banca Mediolanum, un trimestre top per la raccolta

NEWSLETTER
Iscriviti
X