Consulenti, dead line sulla posta certificata

A
A
A
di Redazione 26 Aprile 2019 | 09:57

Entro il 1° maggio 2019 tutti i consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede già iscritti all’Albo sono tenuti a comunicare a Ocf il proprio indirizzo di Posta Elettronica Certificata (Pec), il mezzo che consente di inviare e-mail con valore legale equiparato a una raccomandata con ricevuta di ritorno. Questo obbligo di comunicazione, riporta il portale di Anasf, è stato introdotto dall’art. 153 del nuovo Regolamento Intermediari (delibera Consob n. 20307/2018) che, più in generale, stabilisce gli obblighi dei consulenti finanziari nei confronti dell’Organismo.

Il consulente finanziario potrà adempiere a questo obbligo con una delle due modalità suindicate, ossia tramite accesso alla propria area riservata oppure inviando una comunicazione via Pec, allegando copia di un valido documento di riconoscimento e utilizzando il modulo, debitamente compilato e firmato in ogni sua parte, visibile e scaricabile dal sito cliccando qui.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, arriva il Salone Sri

Banca Mediolanum, reclutamenti in tripla cifra

Reti, Silvio Ruggiu è il manager dell’anno

NEWSLETTER
Iscriviti
X