Bce, la benedizione di Juncker su Weidmann

A
A
A

A fine ottobre scade il mandato di Mario Draghi alla guida della Bce: il numero uno della Bundesbank è il favorito alla successione

Marcello Astorri di Marcello Astorri3 maggio 2019 | 10:22

Nella ridda di nomi che circolano per succedere a Mario Draghi alla guida della Banca centrale europea, si aggiunge anche il presidente della Bundesbank, Jens Weidmann. E la sua candidatura sembra piacere anche all’attuale commissario Ue, Jean-Claude Juncker, che in un’intervista al giornale tedesco Handelsblatt l’ha definito come un uomo “idoneo a diventare il prossimo presidente della Bce”.

Il numero uno della banca centrale tedesca è stato da poco prorogato nel suo incarico per altri otto anni, circostanza che lo rende il candidato di punta per l’incarico europeo. Del resto, la possibilità di una guida tedesca, dopo una presidenza italiana e una francese, sono molto consistenti. Tuttavia, i giochi non sono ancora fatti: in corsa per gli uffici di Francoforte ci sono anche il governatore della banca centrale francesce, François Villeroy de Galhau, e quello della banca centrale finlandese, Olli Rehn. Si parla anche di un membro del consiglio della Bce, il francese Benoit Coeure.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banche, maxi tagli alle filiali

Carige, la Bce le concede più tempo

Iccrea, ok della Bce al supergruppo: sarà il quarto polo italiano

Ti può anche interessare

I Doris fanno pulizia

La famiglia semplifica le casseforti: e Finprog Italia assorbe H-Invest ...

Consob pronta per i prospetti semplificati

Consob ha approvato alcune modifiche al Regolamento Emittenti per fornire agli investitori prospetti ...

Consulenti, affrontare il colloquio in 7 mosse

Che tu sia un consulente finanziario da tanti anni o che tu sia un neofita, il giorno del colloquio ...